Rassegna Stampa

Marquinho, c’è il Genoa. Borriello idea Samp

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 02-01-2014 - Ore 08:15

|
Marquinho, c’è il Genoa. Borriello idea Samp

Le genovesi puntano Roma. O meglio la Roma. Per carità, nessuna invasione imminente ma semplici idee di mercato che potrebbero dare il via a breve ad operazioni in prestito, destinazione il capoluogo ligure. La prima riguarda Marquinho. Gasperini, dopo l’infortunio di Kucka (out sino alle fine della stagione), ha messo il brasiliano al primo posto della lista per sostituirlo. I rapporti tra i club sono ottimi e a Trigoria è stato dato l’ok al trasferimento. Sabatini, però, ha dato l’ultima parola al calciatore che al momento prende tempo, non convinto della destinazione. Il Genoa, infatti, a fatica riesce a coprire lo stipendio dell’ex Fluminense e non potendo rilanciare sull’ingaggio, può offrire al centrocampista ‘solamente’ il posto da titolare. Discorso simile è quello che la Sampdoria può fare con Borriello. Oggi Cassano – che sembrava prossimo ad un ritorno in blucerchiato – farà una conferenza stampa e annuncerà di voler restare al Parma. Sfumata la pista che porta al barese e sommando i soldi risparmiati per l’ingaggio (oltre 2 milioni) alla richiesta di una prima punta avanzata da Mihailovic, a Bogliasco (magari con un piccolo aiuto della Roma e nonostante le smentite del ds Osti ad una tv genovese) hanno pensato al centravanti sul quale nei giorni scorsi ha nuovamente chiesto informazioni il West Ham. Come nel caso di Marquinho, la Roma non si opporrebbe al prestito ma nicchia sulla compartecipazione allo stipendio. Operazione che qualora avesse seguito potrebbe essere il preludio a giugno ad una via preferenziale per Obiang.

PARADES PARCHEGGIATO? In questi giorni a Trigoria sono piaciute poco le manovre di disturbo di altri club (Fiorentina in primis) su Paredes. Il gioiellino del Boca Juniors è bloccato da Sabatini che non può però acquistarlo visto che il ragazzo non ha il passaporto comunitario. Per questo motivo all’orizzonte si fa sempre più insistente la possibilità di farlo tesserare da una società amica in parcheggio già a gennaio, per poi averlo in giallorosso nella prossima stagione.
RINNOVO PJANIC Intanto sembra essere in discesa il sospirato rinnovo di Pjanic. L’ultimo incontro tra le parti è datato 15 giorni fa con la Roma che si è mostrata disponibile ad accontentare il calciatore (la cui richiesta oscilla intorno ai 3 milioni più premi sino al 2019). E’ tutto fatto invece per Radonjic, attaccante serbo (18 anni a febbraio) del Partizan. Ospite di Ljajic ad inizio dicembre, nei giorni scorsi ha firmato il contratto che lo legherà alla Roma. Arriverà a giugno.

Fonte: Il Messaggero – S.Carina

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom