Rassegna Stampa

Mathieu porta Adriano a Trigoria

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 01-07-2014 - Ore 09:45

|
Mathieu porta Adriano a Trigoria

Jordi Alba. E ora, forse, Jérémy Mathieu. Se il Barcellona troverà l’intesa col Valencia, cadrà il veto di Luis Enrique e la Roma avrà via libera per Adriano. Intanto l’agente di Yannick Ferreira Carrasco, l’ala del Monaco che piace a Trigoria, nega in un’intervista ad “asromaroma.it” di avere avuto di recente dei colloqui con il diesse romanista, ma non chiude la porta a una possibile cessione in giallorosso. Sabatini si sta muovendo anche per tamponare il mancato accordo per Toloi, ormai di nuovo un giocatore del San Paolo, e per cautelarsi nell’ipotesi di un nuovo assalto del Manchester City per Benatia, che su Twitter fa finta di nulla e fa solo sapere che in Marocco s’allena con 40 gradi. «Salam a tutti. Allenamento da solo a 40 gradi. Un massacro, ma ci si arrangia», il tweet. Ottimo, un vero professionista. Il 15 luglio sarà sicuramente in formissima, pronto per riprendere a lavorare con Garcia.

Nel dubbio, però, il colombiano Alvarez Balanta (21 anni, si parla di un’offerta di circa 5 milioni) del River Plate e il montenegrino Marko Basa (31 anni, costo tra i 3 e i 4 milioni) del Lille sono i nomi più gettonati per sostituire uno o due centrali difensivi, quelli più accostati alla Roma in questi giorni. Sono due extracomunitari e sono la ragione per cui a Trigoria non hanno fretta di mettere nero su bianco l’accordo col Fenerbahçe per il centrocampista turco, e quindi extracomunitario, Salih Uçan. Due settimane. Quattordici giorni. È quanto manca al raduno della squadra al Fulvio Bernardini.

Sabatini cercherà di accontentare il suo tecnico, apportando alla rosa i giusti puntelli. Puntelli, già, perché quella attuale è già una Roma che può competere per lo scudetto. L’ex Barça Seydou Keita è stato il primo rinforzo. Per Uçan invece non c’è fretta, prima Sabatini vuole capire quali altre opportunità offre il mercato dei giocatori non comunitari. Carrasco, veloce, bel dribbling, molto bravo nell’uno contro uno, spesso parte da sinistra per accentrarsi e concludere in porta. Ha il vantaggio della nazionalità, è belga. E considerato che gli restano 12 mesi di contratto, non dovrebbe nemmeno costare una fortuna. Si dice che la Roma se lo possa portare via con 7 o 8 milioni.

Dice il suo agente Tonci Martic ad “asromaradio.it”: «Ho letto in molti giornali che io mi sarei visto con Sabatini qualche giorno fa, ma non è vero. Gli ultimi contatti che ho avuto con il direttore sportivo della Roma risalgono a due anni e mezzo fa, l’ho anche detto, quando la Roma voleva il giocatore. Non ho avuto un appuntamento con Sabatini, come si dice in Italia. Molte cose che vedo sui giornali italiani non rispondono alla verità. Non vedo Sabatini da molto tempo. Non posso parlare molto dell’eventuale trasferimento di Ferreira Carrasco alla Roma, dipende da molti fattori. Il suo contratto scade il prossimo anno, nel 2015 e se Roma e Monaco troveranno un accordo economico sul giocatore è possibile che venga ceduto ai giallorossi, ma attualmente questo non lo so davvero. Se l’offerta sarà quella giusta, poi noi parleremo con Ferreira Carrasco e solamente in quel momento potrebbe aprirsi una trattativa con la Roma. Attualmente è l’unica cosa che posso dire». Intanto il San Paolo ha annunciato il rientro alla base di Toloi e la Real Sociedad l’addio di José Angel, che terminato il prestito sarà visionato da Garcia. Il primo difficilmente tornerà alla Roma, il secondo difficilmente alla Roma ci resterà. Ma le vie di Rudi sono infinite.

Fonte: IL ROMANISTA - GALLI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom