Rassegna Stampa

Meno critiche e più serenità

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 25-10-2015 - Ore 07:40

|
Meno critiche e più serenità

IL MESSAGGERO - LIGUORI - Un mondo di numeri ci sta uccidendo. Ci sta avvelenando il bello del calcio. Il 4-3-3, il 4-4-2, il 4-2-3-1, chi più ne ha, più ne inventi. E i gol subiti e la mancanza di organizzazione, anzi soltanto di quella difensiva. E il 4 a 4 di Leverkusen: è una mezza sconfitta, o un successo incompleto? È un bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? Beh, se pensi allo 0-2 dopo venti minuti..... già, ma eravamo 4-2 a 10 minuti dalla fine. Un dibattito interminabile, senza senso e senza conclusioni. Di questo passo, la follia la rischiano i tifosi, prima della squadra. E, in ogni caso, siamo già alla nona giornata, ad un punto dalla Fiorentina, oggi ci giochiamo la testa della classifica in una partita secca e ci siamo goduti poco o niente. Disturbati da questo rumore di fondo di critiche a Garcia e di inutili discussioni sul turnover e sui recuperi degli infortuni. Sono problemi da allenatori, non da tifosi. Oggi abbiamo la possibilità di vincere a Firenze, a patto di crederci, senza perdersi in chiacchiere. Se dovessimo seguire quelli che avrebbero già voluto vendere Pjanic, De Rossi e Gervinho(fidatevi, esistono davvero, non è una mia esagerazione), diventiamo matti. Oggi non ho un appello da fare, ma un consiglio da amico: godiamoci un po' di più questa Roma.

Fonte: IL MESSAGGERO - LIGUORI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom