Rassegna Stampa

Milan, Inter e Roma 300 milioni di affari per battere la Juve

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 22-07-2015 - Ore 07:54

|
Milan, Inter e Roma 300 milioni di affari per battere la Juve

LA REPUBBLICA - SORRENTINO - Anche le rivoluzioni costano. Per rovesciare un dittatore ci vogliono organizzazione, cuore e passione, ma soprattutto denaro. Roma, Inter e Milan ne hanno: in tre, sono pronte a immettere 300 milioni sul mercato per rafforzarsi e sferrare l’offensiva. La Juve domina da quattro anni consecutivi, un altro scudetto ed eguaglierebbe il mitico quinquennio d’oro degli anni Trenta: troppo, per chi la guarda vincere dal 2011. Le sfidanti sono stanche di attendere e forse sentono l’odore del sangue come gli squali in mare aperto. Hai visto mai che, nonostante il mercato intelligente condotto fin qui, la Juve senza Pirlo, Tevez e Vidal abbia perso l’ossatura e la sua anima guerriera? E se l’annetto in più che avranno i vari Buffon, Chiellini ed Evra pesasse più del previsto? Tutto è possibile, per chi insegue e spera. E’ ora di rovesciare il tavolo, il dominio della Juve s’è fatto insopportabile per gli altri, o anche solo per i neutrali: dopo il +9 sul Napoli di Mazzarri nella stagione 2012-2013, la Juve ha vinto gli ultimi due campionati con un +17 sulla Roma, un’enormità. Così la controffensiva è partita già da un mese, con Inter e Milan protagoniste del mercato e la Roma che è partita come un diesel, ma prima o poi potrebbe mettere a segno di colpi di Salah, Dzeko e Adriano, investendo almeno una cinquantina di milioni. Gli altri li metteranno le milanesi, che dopo anni incerti, con troppi esperimenti in panchina e un progetto sui giovani che non è mai decollato veramente, si rimettono in gioco nell’unico modo possibile, aprendo il portafogli. L’Inter ha sborsato già 72 milioni, il Milan 58, ma non si fermano qui. La potenza di fuoco più temibile sembra quella rossonera: grazie all’ingresso del socio thailandese Taechaubol, in arrivo a Milano nel fine settimana, può spendere altri 100 milioni nella campagna acquisti. Berlusconi ieri ha salutato la squadra in partenza per la tournée cinese (bacino d’utenza di 103 milioni di tifosi potenziali, dicono a Milanello): «Finalmente vedo una squadra ben organizzata che si comporta in maniera ineccepibile, meno male», ha osservato Berlusconi, benedicendo il lavoro di Mihajlovic e mollando un ultimo dardo al fu Inzaghi. La corsa a Ibra e a Romagnoli continua. Come quella interista a Perisic (ormai fatto, manca l’annuncio), Jovetic, Felipe Melo e un terzino sinistro. Poi entro fine agosto bisognerà mollare ormeggi e zavorre, e liberarsi di troppi giocatori in esubero altrimenti non si rientra nel tetto dei 25. Ma questa è un’altra storia, più complicata e dolorosa. Meglio pensare ai 300 milioni.

Fonte: LA REPUBBLICA - SORRENTINO

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom