Rassegna Stampa

Montella a Braschi: “Perche’ Balotelli puo’ dire tutto?”

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 16-09-2013 - Ore 08:30

|
Montella a Braschi: “Perche’ Balotelli puo’ dire tutto?”

Il lungo sfogo sulla mancanza di uniformita’ di giudizio da parte degli arbitri fatto oggi dal tecnico della Fiorentina, Vincenzo Montella, ha un precedente finora non emerso. In occasione del recente incontro fra arbitri, capitani e tecnici delle squadre di serie A, Montella ha parlato con chiarezza con il designatore, Stefano Braschi, e gli ha chiesto come mai a Mario Balotelli certi comportamenti vengano consentiti e a molti altri giocatori di altre societa’ no. Nel faccia a faccia Montella ha fatto riferimento agli insulti che Balotelli riservo’, sotto l’occhio delle telecamere, all’arbitro di Verona-Milan, Calvarese. ”Come mai lui puo’ e noi no?”, ha detto il tecnico viola a Braschi. Quando oggi Pizarro e’ stato espulso per aver chiesto in maniera poco elegante a De Marco cosa stesse fischiando, evidentemente l’allenatore della Fiorentina deve aver pensato che le sue osservazioni aBraschi erano state quasi profetiche. Da li’ all’ira e allo sfogo il passo e’ stato breve.

Fonte: (Ansa)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

Alessandro Boccalari 16/09/2013 - Ore 14:54

Sono anni che vado dicendo che Juventus, Milan ,Inter, devono fare sempre il triangolare ,perché in Italia non si riesce a fare un campionato onesto se non ogni 20 /25 anni. Il lato brutto della faccenda è che la Federazione tutti gli anni ad inizio campionato dirama comunicati di tolleranza zero contro le partite truccate e poi finisce sempre a tarallucci e vino, tutti gli anni si parla di arbitri incapaci che vanno esonerati e puntualmente li ritroviamo a fare danni. Vogliamo parlare dei provvedimenti che gli arbitri prendono nei confronti dei calciatori e degli allenatori? Ci sono 2 pesi e 2 misure, tutte le domeniche si deve assistere alle sceneggiate di un certo Mario Balotelli che ne dice e ne fa di tutti i colori restando sempre impunito. Ci sarebbe da scrivere un libro che al confronto la Divina Commedia sarebbe un opuscolo ma sono talmente nauseato dal mondo del calcio che preferisco smettere di scrivere.

chiudi popup Damicom