Rassegna Stampa

Montella: "Roma è la mia stabilità. Nella mia squadra vorrei Mancini e Totti"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 12-10-2016 - Ore 07:38

|
Montella:

CORRIERE DELLA SERA – COLOMBO – RAVELLI – Vincenzo Montella, allenatore del Milan, ha rilasciato una lunga intervista per il quotidiano. Queste le parti salienti:

A Milano arriva dopo un bel percorso professionale da allenatore: riepiloghiamo le varie tappe. Roma è il primo amore?

«Da allenatore sì. Roma è la mia stabilità, negli ultimi quindici anni casa è lì».

Catania il trampolino?

«Sì. Era una società ben strutturata, dove si poteva crescere e sbagliare. Una città molto rispettosa dei forestieri, forse dove ho trovato più educazione».

Il turno delle Nazionali ha portato anche l’infortunio di Milik: il campionato è finito?

«La Juve sulla carta è nettamente più forte. Però il Napoli ha venti giocatori sullo stesso livello...».

Chi vorrebbe in squadra tra i compagni con cui ha giocato?

«Da giocatore il massimo erano Mancini e Totti perché mi facevano segnare, soprattutto Roberto. Ma da allenatore vorrei Veron».

Fonte: Corriere della Sera - Colombo - Ravelli

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom