Rassegna Stampa

Nainggolan, c'è il "no" di Cellino. Unicredit smentisce trattative con investitori tedeschi

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 01-07-2013 - Ore 19:45

|
Nainggolan, c'è il

Ultimatum scaduto, Nainggolan resta a Cagliari. Almeno per ora. La Roma ha oprovato ad accelerare, da qualche ora era in propgramma un vertice per lunedì con Cellino che fosse risolutivo - in senso positivo - per il mediano scelto da Sabatini come l'elemento mancante al centrocampo della Roma. Ma il pranzo con il presidente del Cagliari non ha prodotto l'esito sperato. 

UN TEDESCO PER LA ROMA - Un tedesco per la Roma? "Nessuna trattativa" - Intanto emergono dettagli sulle voci che da settimane si rincorrono circa il possibile ingresso in società di un nuovo socio tedesco: nei mesi scorsi, tra gennaio e febbraio, Unicredit è stata contattata da un imprenditore tedesco, Roberto Mari, che in contatto con la Russia si sarebbe proposto come intermediario per conto di un soggetto giuridico con interessi in ambito sportivo. Dopo le verifiche condotte da Unicredit, però, l'interesse è finito su un binario: "Smentita in modo assoluto ogni trattativa: c'è stato un approccio molto in là nel tempo ma da mesi non esiste più nessun dialogo", assicurano fonti vicine alla posizione dell'istituto. Dopo il flop dello "sceicco" Qaddumi l'ennesimo interesse soffocato sul nascere. 

8 MILIONI PER NAINGGOLAN - Eppure la Roma ha certamente fatto pervenire l'offerta migliore arrivata sul tavolo degli isolani, almeno sino a oggi, per il centrocampista belga di origini indonesiane: 8-8,5 milioni per la metà del giocatore, con cui la Roma ha già un accordo da tempo per una cifra intorno agli 1,8 milioni a stagione. Eppure la cifra messa sul piatto dal ds Sabatini non è bastata a strappare il sì. "Nainggolan non lo vendo, me lo tengo", la chiusura di Cellino, che in realtà somiglia soprattutto al primo "chi offre di più" urlato nell'asta a cui nonostante le smentite di Moratti ("Niente bracci di ferro con la Roma") partecipa anche l'Inter. Anche magari per le comune origini del mediano e del potenziale nuovo azionista Thohir. Sabatini tornerà a lavorarci, ma intanto si guarda intorno: Imbula, Mavuba (altri francesi non sembrano interessare granché), almeno un sudamericano. 

ARRIVA GILA: "UN PIACERE" - Entro giovedì invece si chiuderà con il Genoa lo scambio tra Borriello e Gilardino. Che già abbraccia la nuova destinazione: "L'interesse della Roma? È una grande squadra, per me è un piacere essere accostato alla società giallorossa", ha detto tornando in Italia dopo la Confederations Cup. per completare il trasferimento però da Trigoria dovranno uscire un paio di milioni, utili a compensare la differenza sostanziale nell'ingaggio dei due giocatori. Intanto la Roma trova, in un giorno soltanto, due portieri: annunciati il rinnovo di Lobont per un'altra stagione e il ritorno di Curci. Non certo i nomi che servono a Rudi garcia, che aspetta ancora il numero uno del futuro: quello che porta a Viviano è un canale caldissimo, ma Sabatini nelle ultime ore ha rinnovato al Valencia la proposta di un prestito oneroso. Gli spagnoli chiedono 6 milioni per tutto il cartellino.

Fonte: Repubblica.it - M. Pinci e F. Ferrazza

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom