Rassegna Stampa

Nainggolan e Totti, Roma in ansia

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 28-04-2016 - Ore 08:09

|
Nainggolan e Totti, Roma in ansia

CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI - Le strategie future della Roma si decidono tra Boston e la Capitale, con particolare attenzione a quello che dicono (e scrivono) anche a Londra. Negli Stati Uniti il d.g. Mauro Baldissoni, Alex Zecca e Fredric Massara hanno trascorso praticamente tutta la giornata in riunione con il presidente Pallotta. Tanti gli argomenti all’ordine del giorno: dal progetto definitivo del nuovo stadio, che dovrà essere presentato la prossima settimana, alle Academy. Ma quelli che interessano di più nell’immediato la tifoseria giallorossa sono il contratto di Francesco Totti e le strategie di mercato, che potrebbero prevedere entro il 30 giugno una cessione eccellente per ripianare i conti della società. Il nome più gettonato nelle ultime ore per un eventuale sacrificio è quello di Radja Nainggolan. La stampa inglese, come aveva già fatto qualche settimana fa in occasione della visita a Londra del d.s. Sabatini, dà per conclusa la cessione del Ninja al Chelsea di Antonio Conte. Un eccesso di ottimismo, quello inglese, basato su un’offerta (che a Trigoria non confermano) di circa 36 milioni di euro da parte dei «blues» alla Roma, e di uno stipendio di 4,5 milioni netti a stagione per il centrocampista belga.

A Londra sono convinti che su queste basi la trattativa si possa chiudere. In realtà non è proprio così, per una serie di motivi: 1) la Roma ha ancora la possibilità di arrivare seconda in campionato, e di avere quindi la certezza di incassare i (tanti) soldi che garantisce la partecipazione diretta alla Champions League. 2) Nainggolan, a differenza di quanto successe con Benatia, non ha mai chiesto di essere ceduto e in giallorosso si trova bene. 3) la Roma potrebbe percorrere altre vie (la cessione di alcuni giovani o dei calciatori in esubero) per ripianare il bilancio, senza doversi privare del Ninja, che in questo momento è considerato dai tifosi come il più rappresentativo della rosa, insieme con Francesco Totti.

Il futuro del capitano è stato ovviamente oggetto di discussione tra Pallotta e i manager. La scorsa notte (italiana) lo stesso Totti è stato in contatto diretto con gli Stati Uniti e la questione ora riguarda solo il presidente e il giocatore: la società vorrebbe fare un annuncio congiunto a fine stagione. Un’indicazione, questa, che lascia pensare ad un accordo per il prolungamento del contratto.

In caso contrario, infatti, la decisione dovrebbe essere comunicata prima, anche per rispetto del calciatore e per dare la possibilità ai tifosi di salutarlo nella maniera che merita, l’8 maggio contro il Chievo. Un saluto che tutti, Totti in testa, sperano possa essere posticipato di 12 mesi.

 

Fonte: CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom