Rassegna Stampa

Nainggolan: «Felice di esserci»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 22-07-2016 - Ore 08:00

|
Nainggolan: «Felice di esserci»

CORRIERE DELLA SERA – PIACENTINI - Un bagno di folla nel centro di Roma, prima di volare (domani) in tournée negli Stati Uniti. L’occasione è stata la presentazione della seconda maglia - bianca, è tornato sul petto il vecchio lupetto degli anni ’80 - nel nuovo store giallorosso di via del Corso.

Presenti il tecnico Luciano Spalletti e quattro pezzi da novanta come Totti, Strootman, Juan Jesus e Radja Nainggolan, che è stato il più applaudito dagli oltre 300 tifosi presenti. «L’affetto della gente mi fa piacere. Penso che siano contenti perché sono rimasto alla Roma, ed anche io lo sono», le parole del centrocampista belga che ha un appuntamento fissato con la società a settembre per adeguare il suo già ricco contratto, rinnovato meno di un anno fa.

Nei giorni scorsi in molti tra i suoi compagni hanno parlato di scudetto, Nainggolan invece non si sbilancia. «Cerchiamo di andare con questo entusiasmo il più lontano possibile, il resto si vedrà. Proviamo a vincere tante partite ma sappiamo che le altre squadre si sono rinforzate Noi cerchiamo di lavorare».

Un concetto caro anche a Luciano Spalletti, che domani mattina ritroverà oltre a Nainggolan anche De Rossi, Florenzi ed El Shaarawy. «Sono soddisfatto di come sta lavorando la squadra e li aspetto a braccia aperte per rimetterli subito in gruppo», le parole del tecnico che ha parlato anche di mercato. La questione più urgente riguarda Szczesny, per cui la Roma attende entro domani una risposta dall’Arsenal sul rinnovo del prestito. «Una grande squadra - il pensiero dell’allenatore - deve avere due portieri titolari perché sono una risorsa».

In tournée si aggregherà anche il difensore Nacho, già in nord America con il Real Madrid. «Una rosa come la nostra ha bisogno di qualità in tutti i reparti», ha nicchiato il tecnico. Tra i protagonisti anche l’ultimo arrivato Juan Jesus. «Ho scelto la Roma per tornare protagonista in una formazione che può lottare per lo scudetto. Punto a riconquistare la maglia della nazionale».

Non c’era Edin Dzeko, che anche ieri non si è allenato a causa di un virus intestinale, ma sul suo futuro non dovrebbero esserci dubbi. «Resta al cento per cento - ha dichiarato il suo agente - perché vuole dimostrare qui di essere un calciatore di livello mondiale. Il rapporto con Spalletti è ottimo». Ieri è stato sorteggiato il tabellone della Coppa Italia: la Roma è finita nella metà bassa con Sampdoria, Sassuolo, Inter e Lazio (che potrà incontrare solo in semifinale).

Oggi invece sarà reso noto il calendario della serie A, che partirà il 21 agosto. I giallorossi, impegnati nei preliminari di Champions League, cominceranno in casa.

Fonte: Corriere della Sera - G.Piacentini

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom