Rassegna Stampa

Nainggolan vale tutti quei milioni? Sì, se ti garantisce la Champions

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 08-01-2014 - Ore 16:28

|
Nainggolan vale tutti quei milioni? Sì, se ti garantisce la Champions

Nello stitico mercato dei prestiti (Lodi e Rami) e dei parametri zero (Honda) fa eccezione la costosa operazione che ha portato Radja Nainggolan alla Roma. L’elaborata formula concordata con il Cagliari prevede che il centrocampista belga venga, virtualmente, a costare 18 milioni per il riscatto previsto tra un anno esatto. Cifre importanti per un giocatore che, da oltre un anno, ha conquistato le attenzioni di altri club importanti, come (in ordine di classifica) Juve, Napoli, Inter e Milan

Basta quest’elenco di pretendenti eccellenti per comprendere come la Nainggolan-mania non sia il risultato di un’asta per certi versi inverosimile. In effetti il centrocampista belga in questi anni in Sardegna ha giocato a ottimi livelli, ma non ha esperienza internazionale: tanto è vero che nel Belgio non trova spazio. Eppure il nostro campionato non offre opportunità più ghiotte. Di questi tempi è difficile che le grandi si privino di un giocatore importante: mai rafforzare la concorrenza, soprattutto se in corsa.

Non è un caso che la Roma si sia decisa ad accontentare Garcia dopo la batosta di Torino. Di sicuro Garcia ha bisogno di dare sprint al proprio centrocampo, ma soprattutto la società ha dato un segnale di forza in una fase delicata della stagione. Il Napoli è ormai a soli due punti dai giallorossi e la lotta per il secondo posto diventa strategica. Anche perché non è un particolare da poco ottenere l’accesso diretto alla Champions League piuttosto che doversi legare alla lotteria del turno preliminare. Così il d.s. romanista Walter Sabatini ha anticipato i tempi, evitando la pericolosa rimonta del club di Aurelio De Laurentiis che a cavallo di Capodanno s’era accordato con il proprietario del club sardo.

Nè è neppure un caso che la Juve si sia dovuta tirare indietro proprio dopo l’infausta eliminazione con il Galatasaray, nonostante avesse da tempo un’intesa sia con il Cagliari che con il giocatore. Oppure che il Milan abbia preferito privilegiare il pareggio di bilancio in una stagione che dà pochissime prospettive di qualificazione per la massima competizione europea. E la stessa Inter ha dovuto fare melina per i noti problemi di spending review. Ciò non significa, però, che alla Roma siano degli spendaccioni. L’ultima estate è stata la riprova che il turn over tra entrate e uscite permette un ricambio sempre di qualità. Magari con plusvalenza. La scommessa è che Nainggolan in estate valga molto di più, situazione già verificatasi nel recente passato con Marquinhos e Lamela. Come si usa dire nella capitale, chi non risica non rosica…

Fonte: gazzetta.it - Laudisa

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom