Rassegna Stampa

Nasce ad Atene la nuova Uefa, Ceferin favorito su Van Praag

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 14-09-2016 - Ore 07:31

|
Nasce ad Atene  la nuova Uefa, Ceferin favorito su Van Praag

LA GAZZETTA DELLO SPORT - LICARI - Se Ceferin non vince vuol dire che nella notte è successo l’impossibile. E allora mezza Europa dovrebbe dimettersi per la figuraccia. Tra dichiarazioni pubbliche e confessioni private, infatti, il candidato sloveno può contare su almeno 35 voti (su 55), ma ne bastano 28 per conquistare l’Uefa. L’elezione del successore di Michel Platini non dovrebbe riservare sorprese. Con l’approvazione dietro le quinte di Gianni Infantino (che oggi parlerà ai delegati), la neutralità di Platini e l’aiuto dell’Italia, Aleksander Ceferin, 49 anni, avvocato penalista e cintura nera di karate, sarà il nuovo presidente. La sfida è con Michael van Praag, 68 anni, olandese, accreditato di una quindicina di voti. Mentre il terzo candidato, lo spagnolo Angel Maria Villar, s’è ritirato una settimana fa, temendo la figuraccia elettorale contro lo «sconosciuto» sloveno.

IDEA ITALIA - Sconosciuto, Ceferin, perché simbolo di una federazione piccola ma intorno alla quale si è stretta un’alleanza tra paesi balcanici, scandinavi e Italia. La scelta di Ceferin parte da lontano, prima ancora che Infantino fosse eletto al posto di Blatter. Un primo incontro a Lubiana a gennaio, una riunione a Istanbul a fine aprile, con l’idea di un nome nuovo per l’Uefa nel caso la squalifica di Platini fosse stata confermata. Quindi altri incontri, tra Budapest e Città del Messico, con l’Italia a spendersi per intrecciare alleanze. Fino alla finale di Champions a Milano, con l’endorsement del presidente Carlo Tavecchio: «Siamo con Ceferin». Prima grande federazione a schierarsi, seguita dopo tre mesi da Germania e Francia. Mentre l’Inghilterra è dalla parte di Van Praag e la Spagna, dopo il «no» di Villar, dovrebbe scegliere lo sloveno.

PLATINI NON CONTRARIO - Se il ruolo di Infantino non può essere considerato secondario – e il buon rapporto con Ceferin creerà un asse Uefa-Fifa sconosciuto con Blatter –, non si può negare che Platini abbia giocato un ruolo importante, considerata l’influenza che l’ex numero uno ha nei confronti di molte federazioni. In pratica Platini non si è schierato per nessuno, di fatto non ha ostacolato l’ascesa di Ceferin. Villar avrebbe gradito una dichiarazione di sostegno: il fatto che non sia arrivata ne ha accelerato il ritiro. Al compleanno festeggiato a Cassis, durante l’Europeo, Platini ha invitato anche Ceferin. Le federazioni dell’Est, vicine al francese, si sono alleate con lo sloveno. Oggi Platini, qui ad Atene a sue spese, parlerà prima dell’inizio del Congresso. Un saluto all’Uefa che potrebbe imbarazzare chi non è più in buoni rapporti con lui.

UEFA: STANKOVIC-THEODORIDIS - Potrebbe non essere casuale neanche la scelta di Atene, in un resort di lusso sul mare, per celebrare il Congresso straordinario: perché molto vicino a Ceferin è il segretario Theo Theodoridis, greco, che con l’elezione dello sloveno conserverà la carica o addirittura diventerà qualcosa di più. La gestione dell’Uefa sarà sua, come ai tempi di Aigner. Diversamente da Platini, ma come lo svedese Lennart Johansson che abitava a Stoccolma, Ceferin sarà un presidente non esecutivo: vivrà a Lubiana. Nella nuova Uefa ci sarà spazio per ex calciatori come nella Fifa: come Zvone Boban è il braccio destro di Infantino, Dejan Stankovic, ieri a pranzo con Ceferin, sarà accanto al nuovo presidente. E poi, dopo il voto, cominceranno le sfide: due anni, quanti ne restavano a Platini, con vista sul successivo mandato. Dalla nuova Champions con 4 club dai grandi paesi alle violenze negli stadi al potere degli agenti. L’Italia, oltre ai due posti sicuri in più dalla Champions 2018-19, avrà qualche posizione chiave nelle commissioni e porterà Evelina Christillin al Consiglio Fifa (l’ex Esecutivo) come membro europeo in quota «rosa».

Fonte: La Gazzetta dello Sport - Licari

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom