Rassegna Stampa

"Noi c'avemo er core grosso": giallorossi uniti per la Sardegna

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 20-11-2013 - Ore 10:31

|

«Noi c’avemo er core grosso» diceva Lando Fiorini nel suo inno alla Roma. E nel giorno della catastrofe in Sardegna il popolo giallorosso si conferma generoso d’amore e di solidarietà.

Il ciclone Cleopatra, che ha sommerso la Sardegna con circa 450 millilitri di pioggia in 12 ore, ha portato morte e distruizone nell’isola.

Il bilancio è di 18 morti e più di 2700 sfollati ospitati in alberghi o da parenti oltre ad una quantità impressionante di feriti. Una tragedia immane che, nella settimana che porta a Roma-Cagliari del 25 novembre, ha scosso anche il mondo del calcio.

«L’AS Roma si stringe attorno alle famiglie delle vittime dell’alluvione in Sardegna» è il messaggio di cordoglio pubblicato sul profilo ufficiale Twitter del club giallorosso.

E sempre sui social network sono arrivati i messaggi dei giocatori.

«Vicino agli amici della Sardegna!!! Siamo tutti con voi!!!» ha scritto su Facebook Alessandro Florenzi.

«Forza Sardegna!» il messaggio inviato su Twitter da Dodò.

Oltre ai giallorossi anche i calciatori del Cagliari hanno espresso la loro vicinanza al popolo sardo sui social network. Pinilla ha scritto: «Un abbraccio fraterno alle famiglie delle vittime!!! Che Dio vi benedica!! R.I.P.». «Siamo vicini a tutte le persone colpite dal disastro. Un dramma che ha colpito tutta la Sardegna» le parole di Radja Nainggolan su Facebook.

La società sarda, che ieri ha ufficialmente chiesto alla Lega di poter giocare la partita di lunedì sera all’Olimpico con il lutto al braccio, ha commentato: «Una tragedia inaccettabile che colpisce al cuore, per proporzioni e tragiche conseguenze».

Un messaggio di vicinanza è arrivato anche dall’attaccante del Milan Stephan El Shaarawy: «Un pensiero rivolto alle famiglie colpite dal ciclone in Sardegna».

Accorato il tweet di Gigi Datome, ex giocatore del Santa Croce Olbia e della Virtus Roma ora ai Detroit Pistons: «Olbia, Sardegna mia, tenete duro. È angosciante leggere il numero delle vittime che aumenta ed essere così lontano. Fatemi avere notizie».

A mobilitarsi in soccorso della Sardegna ferita è stata soprattutto la gente comune. I tifosi capaci di un amore incondizionato per la propria squadra, ma non solo. Sulla pagina Facebook de Il Romanista sono arrivati centinaia di messaggi di solidarietà per il popolo sardo. E un lettore, Davide Serusi, ha lanciato una proposta: «Mi piacerebbe che Il Romanista chiedesse alla società di devolvere alla Regione Sardegna l’incasso della partita di lunedì tra Roma e Cagliari».

Su Facebook, grazie all’iniziativa di Gabriele Nobile (editore di insideroma.com), è nata la pagina "Romanisti uniti per la Sardegna" che ieri sera contava già più di 350 iscritti. «Avendo un legame molto forte con la terra sarda, ho voluto creare questa pagina Facebook per aiutare gli amici della Sardegna - ha detto a Il Romanista Nobile -. Ho invitato a partecipare tutti quelli che conosco nel mondo Roma e devo dire che c’è stata subito una grande risposta. Lo scopo non è quello di raccogliere fondi, ma di fare da megafono per le comunicazioni urgenti, visto che lì in Sardegna comunicare è diventato difficilissimo se non impossibile». Sulla pagina si susseguono annunci di chi mette a disposizone case per ospitare sfollati, richieste di gommoni e mezzi pesanti, segnalazioni di persone bisognose di aiuto urgente.

Il mondo romanista si sta muovendo per aiutare i fratelli della Sardegna.

Per chi volesse farlo con un contributo economico comunichiamo le coordinate per i versamenti al Comune di Olbia: Conto Corrente n. 0540 - 070361388. IBAN IT72U 01015 84980 000070361388. BIC (codice swift) BPMOIT22XXX. Causale: Comune di Olbia Emergenza Alluvione.

Fonte: Il Romanista

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom