Rassegna Stampa

Né curve né Totti Scossa di Garcia: “Punto su Destro”

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 16-02-2014 - Ore 08:03

|
Né curve né Totti Scossa di Garcia: “Punto su Destro”

Gli esce così, senza neanche pensarci su. «Contro la Sampdoria vedrete dei lupi molto incazzati, dobbiamo mettere in campo tutta la rabbia accumulata dopo Napoli». Già, anche perché la prima grande delusione della stagione (l’eliminazione dalla Coppa Italia) ha lasciato in parte il segno. «Ma può succedere che in una partita gli episodi non siano favorevoli, io in questa squadra credo al 200%», continua Rudi Garcia. E anche se oggi la Roma giocherà senza i tifosi delle due curve (sud e nord), l’imperativo per Garcia è uno solo, tornare subito a vincere. «Per noi non cambia nulla o forse sì. Dobbiamo vincere anche per chi non potrà venire allo stadio».



Nuovo centrocampo Garcia per la sfida di stasera contro la Sampdoria sta pensando di cambiare qualcosa, soprattutto a centrocampo, dove ci sono De Rossi e Strootman che praticamente non hanno mai riposato e dove tornerà ad avere a disposizione Nainggolan, out per squalifica mercoledì sera a Napoli. «Con il ritorno di Radja ho molte possibilità di scelta, potrebbero giocare anche tutti insieme», dice l’allenatore della Roma. Il Ninja in realtà tornerà titolare e fino a venerdì sembrava poterlo fare al posto di Pjanic. Poi sono successe due cose: l’assenza di Totti (il che comporta la necessità di avere in campo Miralem, l’altro costruttore di gioco giallorosso) e la nuova paternità di De Rossi, che venerdì mattina è diventato papà (di Olivia) per la seconda volta. E allora, a conti fatti, sembra proprio che stavolta resterà fuori Daniele, che finora aveva saltato solo la gara con il Catania per squalifica.





Spazio a Mattia Con l’infortunio di Totti, poi, Garcia si affiderà obbligatoriamente a Destro, che dopo esser tornato dall’infortunio con il piede ben pigiato sull’acceleratore, nelle ultime occasioni avute sembra aver decelerato. «Mattia è pronto — assicura il tecnico francese -. Quando un attaccante non ha occasioni bisogna preoccuparsi, ma lui ha soltanto bisogno domani (oggi, ndr) di un gol per tornare al livello che conosciamo. Totti? Con lui a disposizione è meglio, ma stavolta non ci sarà. E poi la Sampdoria l’abbiamo già battuta anche senza di lui». È successo in Coppa Italia, anche se stasera sarà tutta altra gara. Con Destro giocherà l’insostituibile Gervinho e probabilmente Florenzi, che tornerà titolare al posto di un Ljajic che anche a Napoli non ha convinto. «In Francia si dice “aprire le porte aperte”, per dire che dopo un risultato è facile parlare. Ogni allenatore quando fa una scelta crede che sia quella più giusta[...]».

Fonte: Gasport

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom