Rassegna Stampa

Oggi c’è Gervinho-Torosidis

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 24-06-2014 - Ore 08:30

|
Oggi c’è Gervinho-Torosidis

La Roma si gioca il Mondiale. Oggi è il giorno dei romanisti. In tre, dei cinque giallorossi presenti in Brasile, si giocano la qualificazione agli ottavi di finale. La Seleçao di Maicon ha giocato nella notte contro il Camerun, Pjanic è già stato eliminato e con la sua Bosnia giocherà l’ultima inutile partita del girone domani contro l’Iran, restano De Rossi, Gervinho e Torosidis. Tutti ancora in corsa per proseguire l’avventura Mondiale. Capitan Futuro a causa del risentimento al polpaccio non potrà aiutare l’Italia nello scontro diretto delle 18 di oggi a Natal contro l’Uruguay, basterà un pareggio agli Azzurri per passare il turno con la speranza di riavere De Rossi in mezzo al campo per l’ottavo di finale. Negli ottavi ci sarà posto solo per un altro romanista: Gervinho e Torosidis, oggi alle 22 italiane, si giocheranno uno contro l’altro il passaggio del turno.

Costa d’Avorio e Grecia devono guadagnarsi il secondo posto del Gruppo C guidato dalla Colombia già qualificata. L’ivoriano è nettamente favorito: agli africani basterà un pareggio per arrivare agli ottavi, nella speranza che il Giappone non batta la Colombia con una goleada. Torosidis, invece, deve sperare in un miracolo: la Grecia è ultima in classifica a pari merito col Giappone ma rispetto alla squadra di Zaccheroni ha una differenza reti peggiore (-3). Ai greci servirà quindi un successo sperando che nel contempo il Giappone non batta la Colombia già qualificata. I due romanisti nelle prime due partite sono stati tra i migliori delle loro formazioni. Torosidis nella sconfitta con la Colombia e il pareggio col Giappone ha dimostrato di essere il più in forma dei suoi rendendosi pericoloso con cross e tiri da fuori. Ma il vero protagonista del Gruppo C è stato senza dubbio Gervinho.

Dopo aver incantato la Serie A con la Roma, l’attaccante ivoriano ha sbalordito tutti anche in Brasile. Corsa, dribbling, sorrisi e due gol, quello contro la Colombia è già tra i più belli del Mondiale, lo hanno fatto diventare uno dei giocatori più popolari in Sudamerica, acclamato dai brasiliani come il Neymar africano. Questa sera saranno uno di fronte all’altro, sulla stessa fascia. Comunque vada, la Roma vincerà. Domani si chiuderà la prima avventura Mondiale per Pjanic e la Bosnia. Miralem e compagni con la sconfitta di domenica notte contro la Nigeria hanno detto addio alle speranze di qualificazione e domani sera contro l’Iran giocheranno per non terminare con zero punti la prima storica partecipazione al Mondiale della Bosnia. Per il centrocampista giallorosso è stata comunque un’esperienza importante. «In Brasile brilla la stella di Pjanic» titolano su Sport.ba riportando una statistica significativa: «Il Piccolo Principe – scrive il sito bosniaco – è il miglior giocatore di tutta la Coppa del Mondo per numero di opportunità create, 10 meglio di Pirlo, Iniesta e Oscar».

Fonte: IL ROMANISTA - COLETTI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom