Rassegna Stampa

Operazione Demba Ba

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 21-08-2013 - Ore 09:15

|
Operazione Demba Ba

Vendere per poi comprare. Un esercizio che negli uffici dirigenziali di Trigoria sembra essere vero soltanto in parte, o almeno senza che ci sia il bisogno di ulteriori addii dolorosi. Con i gradi societari più alti, il dsSabatini e il dg Baldissonisono partiti nella mattinata di ieri alla volta di Londra con l'obiettivo di concludere in più mosse l'ingarbugliato rebus che ruota attorno all'attacco giallorosso. Salutato Osvaldo, l'attenzione rivolta per trovare un degno sostituto dell'italo argentino si è spostata in casa Mourinho. Il nuovo nome che piace infatti è quello di Demba Ba, punta centrale del Chelsea classe '85 arrivato nello scorso gennaio dopo due stagioni scintillanti con il Newcastle (29 reti in 54 presenze). Il senegalese , in possesso anche del passaporto francese, ha trovato poco spazio nella breve avventura nei«Blues» ed è pronto a trovare una nuova sistemazione.

Sabatini da tempo tiene d'occhio il giocatore, che piace tanto anche aGarcia. Fisico imponente, progressione, colpo di testa e quei movimenti in profondità che richiede continuamente l'allenatore francese. La Roma si è intrattenuta nel pomeriggio con la dirigenza del club inglese per valutare la prima richiesta economica avanzata: circa 9 milioni di euro per il cartellino pagato dal Chelsea praticamente la stessa cifra appena sei mesi fa. L'identikit di Demba Ba rimane in linea anche per gli resto delle operazioni che i giallorossi si troveranno presti costretti ad affrontare o sistemare. Il limitato esborso economico aiuterebbe infatti a trattenere i gioielli di famiglia. A partire proprio da Lamela, il «preferito» di Sabatini, di cui la Roma non vuole proprio fare a meno. Smentite le voci che registravano un viaggio londinese anche per l'entourage dell'argentino, la situazione del «Coco» rimane comunque in bilico. A meno di offerte clamorose da parte del Tottenham di Baldini (ieri solo un incontro informale), salgono le possibilità di evitare una cessione che in questo momento sarebbe poco digerita dalla piazza. Attendista anche la posizione del suo procuratore Sabbag: «Lamela è tranquillo, stiamo aspettando. Vediamo quello che succede». Anche perché in caso, presto la Roma dovrà riprendere i contatti già iniziati per il rinnovo contrattuale del numero 8.

Un ulteriore snodo per arrivare a Demba Ba e lasciare a Trigoria i pezzi forti passerà per Borriello. Sabatini e Baldissoni hanno diviso il viaggio londinese anche per definire il trasferimento dell'attaccante napoletano su cui rimane vivo l'interesse del West Ham e del Fulham, disposte a proseguire la trattativa però soltanto se Borriello deciderà di abbassare le pretese legate al suo altissimo ingaggio. Intanto rimane aperta la pista che conduce ad Hernandez, (c’è l'accordo con il giocatore), e Bergessio, l'ancora di salvataggio se le priorità messe nel mirino dovessero subire una battuta d'arresto. Ulteriori sviluppi arriveranno nelle prossime ore, lasciando agli ultimi giorni di mercato le operazioni ritenute secondarie. Come quella del difensore romeno Chiriches, in rotta con lo Steaua Bucarest e deciso a tentare il salto di qualità in un campionato più competitivo. Una posizione che ha ammorbidito anche le dichiarazioni del suo procuratore Becali«I rapporti con la Roma ci sono sempre stati - ha confermato l'agente a Radio Manà Sport - posso però dirvi che da due settimane la trattativa si è raffreddata poiché la società giallorossa non può andare oltre l'offerta di 6 milioni di euro, di fronte ad una richiesta di 8-9 milioni. Magari se ne riparlerà dopo il 28 agosto».

 

 

Fonte: Il Tempo

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom