Rassegna Stampa

Palazzi durissimo: Catania disperato, Teramo inguaiato

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 23-07-2015 - Ore 08:46

|
Palazzi durissimo: Catania disperato, Teramo inguaiato

GAZZETTA DELLO SPORT - CATAPANO - Veloce e durissimo. Il Procuratore federale Stefano Palazzi ha stupito anche se stesso: tre indagini corpose e delicate chiuse nei tempi promessi e senza fare sconti. Ovvio, con qualche lacuna, come vedremo effetto della fretta.

I TEMPI Ieri gli indagati hanno ricevuto le ultime notifiche di chiusura indagini. Sfruttando la recente disposizione di Tavecchio che ha decurtato i tempi a disposizione delle difese, Palazzi ha concesso loro solo tre giorni, sabato, lunedì e martedì, per le eventuali audizioni (o la presentazione di memorie). Ma dovrà riceverne richiesta entro domani, altrimenti procederà subito all’emissione dei provvedimenti di deferimento o archiviazione, che conosceremo, presumibilmente, entro il 31 luglio. A quel punto, dovranno trascorrere dieci giorni prima che il Tribunale federale istruisca i processi. Dunque, se tutto filerà liscio, entro Ferragosto avremo almeno gli esiti del primo grado. Non è uno scherzo, sommando le tre indagini si sfiora il centinaio di indagati: solo nel primo filone di Catanzaro sono coinvolti 64 tesserati e 24 società.

LE ACCUSE Pesanti, in alcuni passaggi pesantissime. Illecito sportivo con l’aggravante dell’associazione. Roba da esclusione dai campionati o, nella migliore delle ipotesi, retrocessione. In un’ipotetica scala di sanzioni, il Catania è quasi con un piede nei Dilettanti, il Teramo è inguaiato, il Savona, a cui la Procura federale sorprendentemente contesta la responsabilità diretta al pari degli abruzzesi, giu di lì. Tra i club minori, disperata la situazione della Vigor Lamezia, che deve rispondere di due responsabilità dirette, molto più leggera quella del Catanzaro, cui si contesta una responsabilità diretta ma solo per un’omessa denuncia del suo presidente.

LACUNE Una, in particolare, balza agli occhi: l’assenza negli atti di Catania di club e tesserati coinvolti nelle combine con gli etnei. Avellino, Varese, Trapani,Latina, Ternana, Livorno. Sparite? No, piuttosto congelate. Tranquilli, anche per loro arriverà il tempo dei deferimenti. Pure l’autunno sarà caldo.

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT - CATAPANO

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom