Rassegna Stampa

Pallotta: “Allo scudetto ci credo possiamo vincerlo”

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 07-11-2014 - Ore 08:05

|
Pallotta: “Allo scudetto ci credo possiamo vincerlo”

James Pallotta, ha rilasciato un’intervista esclusiva al Corriere dello Sport, di seguito uno stralcio delle sue dichiarazioni: 

Cosa pensa della prova della Roma all’Allianz Arena?
Abbiamo giocato meglio rispetto alla prima partita contro il Bayern, su questo non ci sono dubbi

Ammetterà che fare peggio rispetto al 7-1 dell’Olimpico era difficile
Quella è stata una gara particolare. A loro riusciva tutto, a noi niente. E’ stato un duro ko, ma abbiamo dimostrato di averlo superato e la squadra a Monaco ha risposto presente dimostrando quello di cui è capace

Però la sua Roma ha perso di nuovo
Può capitare anche perché bisogna tenere presente il valore di chi avevamo di fronte: in Europa quante formazioni hanno in questo momento il potenziale del Bayern?

Poche, forse nessuna
Non so se i tedeschi siano la squadra più forte d’Europa o una delle più forti, ma di sicuro hanno un organico importante, composto da molti campioni. Aver fatto la nostra partita ci deve far pensare positivo

Cosa deve trasmettere a Totti e compagni il match di mercoledì?
Fiducia. E’ vero che abbiamo perso, ma lo abbiamo fatto dando tutto e sforzandoci di giocare. Non va dimenticato che abbiamo dovuto fare i conti con tante difficoltà, ma non ci siamo disuniti

Cosa vi è mancato per tentare la grande impresa?
Date un’occhiata alla lista degli indisponibili. Non vado in cerca di scuse o di giustificazioni, ma quando affronti il Bayern Monaco non è certo facile rinunciare a tanti giocatori della propria rosa. Soprattutto in difesa ci mancavano Castan, Maicon e Astori. E’ inevitabile che certe assenze condizionino un allenatore nel preparare la partita

Garcia ha provato a limitare i danni e un po’ ci è riuscito anche se il Bayern ha dominato come possesso palla
La Roma ha fatto quello che doveva perché questo era un match molto duro e adesso dobbiamo guardare al futuro con ottimismo. Abbiamo affrontato il Bayern già due volte e il futuro è nelle nostre mani

Si riferisce alla qualificazione?
Sono certo che possiamo conquistarla. Il City ha perso in casa con il Cska che è secondo con noi e che affronteremo nella prossima gara.

A Mosca non sarà una passeggiata…
Di sicuro no. Abbiamo vinto all’andata ma questo sarà un altro match, completamente diverso e in Champions League può succedere di tutto. Dovremo arrivare pronti a questo incontro e poi concentrarci sull’ultima sfida contro il City che è una grande squadra e non è ancora fuori dai giochi.

Battendo il Cska, se il City non supererà il Bayern sarete già al sicuro
Pensiamo a far bene a Mosca senza fare conti. Alla Champions teniamo perché è una grande competizione, ma prima c’è il campionato

Appunto, il campionato: cosa si aspetta?
So dove vuole arrivare. Lei mi vuol chiedere dello scudetto, vero?

Se proprio insiste…
(passeggia e si avvicina al mini van direzione aeroporto, scortato da Baldissoni e Zanzi ma da nessun componente dell’ufficio stampa) Io allo scudetto credo e sono convinto che possiamo vincerlo. Perché non dovrei?

Cosa la fa essere così ottimista dopo aver conquistato quattro punti nelle ultime tre gare?
Abbiamo una squadra forte e non ho dubbi sull’organico. E’ vero, siamo secondi a meno tre dalla Juventus, ma possiamo recuperare. Puntiamo a disputare una stagione importante e vogliamo tornare a vincere già domenica. Ho fiducia nella Roma

Fonte: Corriere dello sport

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom