Rassegna Stampa

Pallotta: "Benatia mai stato in vendita. Puntiamo a scudetto e Champions"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 29-07-2014 - Ore 19:00

|
Pallotta:

Il presidente giallorosso fissa gli obiettivi per la prossima stagione: "Vogliamo vincere il campionato, ma anche in Europa possiamo essere competitivi. L'Atletico Madrid insegna". E blinda il difensore marocchino: "E' un elemento importante dentro e fuori dal campo, resterà con noi" 

DALLAS – Dagli Stati Uniti, dove la Roma è impegnata nella Guinness Cup, James Pallotta è tornato ad affermare la linea del club nei confronti del candidato principe alla poltrona di presidente della Figc. "Tavecchio non ci rappresenta, le sue parole sono umilianti per l'Italia. Ma Mr President non parla soltanto di politica sportiva. I tifosi sono interessati al futuro del mercato, agitati dallo spettro di una cessione importante: Benatia il nome più caldo dopo lo strappo di maggio tra calciatore e dirigenza. Ma Pallotta frena: "Benatia non è mai stato messo sul mercato. È un nostro calciatore, importante per la squadra anche per la prossima stagione", dice. Anche se quando il discorso sulle cessioni si fa più generico, Pallotta si rifugia ndietro un più diplomatico "Mai dire mai, nel calcio come negli affari". Anche se il presidente garantisce: "Non è nostra intenzione vendere i giocatori migliori, non vogliamo smantellare una squadra costruita con opazienza grazie al lavoro di Sabatini, Garcia, Baldissoni e Zanzi. Ma bisogna sempre ascoltare le offerte che arrivano, non siamo mai stati noi a fare il primo passo per vendere un nostro giocatore". 

"ROMA, SCUDETTO E CHAMPIONS, IL MODELLO È L'ATLETICO" - In fondo, per lui "i nostri calciatori sono tutti uguali, tranne ovviamente Totti". L'importante è non tradire l'attesa della gente - e del presidente - sugli obiettivi stagionali: "L'obiettivo - giura Pallotta - è sempre lo scudetto. Lo scorso anno anche lo era, ma la Juve è stata più brava. Quest'anno ci riproveremo, così come vogliamo fare bene in Champions League. Anche vincere la Champions League può essere alla nostra portata, l'esempio è l'Atletico Madrid, e noi abbiamo fatto investimenti importanti. Tocchiamo ferro". Sullo stadio invece calma ma un punto di vista chiaro: "Molti ritengono sia indispensabile per la Roma, ma lo è soprattutto per l'Italia. È l'occasione per dimostrare che in Italia è possibile fare grandi investimenti, e in più porterà 3mila posti di lavoro durante la costruzione e altri 3mila quando sarà a regime". 

JOSE ANGEL AL PORTO - La Roma ha ceduto a titolo gratuito Jose Angel al Porto. Alla Roma andrà soltanto il 50% di una eventuale vendita futura dello spagnolo, nelle ultime due stagioni alla Real Sociedad.

Fonte: di MATTEO PINCI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom