Rassegna Stampa

Pallotta e il nuovo stadio: "Chi rallentava non c'è più..."

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 10-12-2014 - Ore 15:55

|
Pallotta e il nuovo stadio:

Il numero uno giallorosso plaude alla "rivoluzione" della Capitale dopo l'inchiesta su Mafia Capitale: "Questo velocizzerà i lavori, sarà tutto più fluido. Il sindaco Marino sta facendo un gran lavoro, in città non c'è solo corruzione"

Mentre la Roma si prepara a giocare stasera con il Manchester City, James Pallotta porta a casa la sua personale vittoria. Va in Campidoglio, incontra il sindaco Marino, e incassa precise rassicurazioni: ripartirà domani, con al quarto posto dell'ordine dei lavori la delibera sullo stadio della Roma, l'Assemblea capitolina, alla prima convocazione della presidenza di Valeria Baglio. "Tutto quello che sta succedendo a Roma - ha detto Pallotta - non sta rallentando il processo per la costruzione del nuovo stadio, anzi lo sta accelerando. Questa 'rivoluzione' capitolina andrà a velocizzare i lavori per lo stadio. Prima stavano rallentando e non riuscivamo a capire il perché, ora le cose dovrebbero andare in maniera molto più fluida. Tutte le persone che hanno rallentato questo procedimento non ci sono più. Quando ho sentito queste notizie da Boston sono rimasto entusiasta. La corruzione non è un fatto meramente italiano, l’importante è che si faccia pulizia. E si sta facendo, Roma merita di più. Tutti i cittadini dovrebbero essere contenti di quanto stiamo facendo, le cose stanno andando avanti in modo che all’inizio del 2017 Roma avrà uno stadio incredibile e spettacolare".

MAIN SPONSOR — In questi giorni sono in programma incontri di varia natura commerciale e il presidente ammette che "ci sono diverse proposte per il main sponsor. Nelle prossime due settimane ci saranno novità". C’è chi dice che gli italiani siano un popolo corrotto, Pallotta risponde: "Siete fuori strada. Ci sono tanti altri paesi molto più corrotti, non siamo neanche vicini a quei livelli".
PRONOSTICI E MERCATO — Fermandosi con i cronisti fuori dal Campidoglio, Pallotta ha parlato anche del momento che sta vivendo la Roma: "Ho fiducia nei giocatori, l’errore di De Sanctis contro il Sassuolo è stato un incidente, altrimenti non gli avremmo rinnovato il contratto". Sulla partita di stasera, Pallotta si è sbilanciato: "Vince la Roma 3-1, andremo avanti e sarà bellissimo. Chi segna?" "Totti, Totti, Totti", suggerisce qualcuno. E il presidente conferma: "Totti, Totti, Totti, sarebbe bellissimo". Era una battuta, ha spiegato poi il presidente. Probabile. Ma probabile che fosse anche una speranza. Sul mercato di gennaio, Pallotta ha poi spiegato: "Abbiamo un bel gruppo e non vedo ragioni per intervenire. Vediamo poi cosa succederà stasera. Il nostro problema più grande sono stati gli infortuni, sono contento che sia tornato Strootman ma mi dispiace molto per Castan, che vedrò oggi e domani. Le cose si stanno risolvendo".

Fonte: gazzetta.it - Chiara Zucchelli

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom