Rassegna Stampa

Pallotta: "La Roma è tra le più grandi al mondo. Io sono romano"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 30-11-2013 - Ore 09:17

|
Pallotta:

Come riportato da La Gazzetta dello Sport, nell'ambito dell'iniziativa "Il calcio che vogliamo", il presidente della Roma Pallotta ha risposto ad una serie di domande poste da alcuni tifosi della squadra capitolina.

Con l’arrivo della nuova proprietà tante cose sono cambiate nella Roma, come il progetto concreto per la costruzione di un nuovo desideratissimo stadio tutto giallorosso. Quando pensate possa essere realizzato effettivamente? Potrebbe essere inaugurato dal Capitano Francesco Totti, simbolo di Roma? 

"Stiamo procedendo secondo le previsioni, a breve faremo degli annunci. A dispetto di quanto riportato, stiamo rispettando la tabella di marcia che internamente ci siamo dati meno di due anni fa. Non ci sarebbe nulla di più bello che vedere Francesco fare per primo l’ingresso sul nuovo prato. Più che altro dipenderà dall’iter di approvazioni e costruzione dell’impianto".

Qualora vi rendiato conto dell'impossibilità di realizzare il progetto, a quel punto considerereste l’ipotesi di abbandonare il timone della società? Oppure quest’aspetto, per quanto importante, non influirebbe sulla vostra decisione di permanere al vertice della società capitolina?
"Non ho alcuna intenzione di lasciare la mia carica di presidente se la costruzione dello stadio non dovesse rivelarsi possibile. Ma non conosco nessuna ragione per la quale non si possa realizzare lo stadio e onestamente non capisco la relazione con la mia volontà di restare presidente".

Crede nella Roma, il suo progetto, la sua storia e i suoi tifosi?
"Vorrei che alcune persone la smettessero di insinuare dubbi sulla mia fiducia nella Roma. Roma è la più grande città del mondo. La Roma ha l’opportunità di essere costantemente una delle migliori squadre del mondo. Stiamo lavorando per questo. E niente di meno. La storia della città e della squadra mi emozionano, abbiamo i migliori tifosi al mondo. Non ho mai visto nulla di similare in nessun altro luogo che ho visitato. Smettete di dubitare del mio amore per tutto ciò che riguarda Roma. Io sono romano".

Progetti nel campo del marketing?
"Abbiamo piani concreti per sviluppare il marketing e la nostra attività di valorizzazione del brand. Siamo solo all’inizio. Mi aspetto molte iniziative negli anni a venire. Intanto la cosa più importante è avere una grande squadra".

 

Qual è il suo giocatore preferito?
"Non ho preferiti nella squadra. Mi piace passare del tempo con loro quando posso. Tutta Roma dovrebbe rendersi conto del gruppo incredibile di ragazzi, giovani uomini, che giocano per noi".

Fonte: La Gazzetta dello Sport

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom