Rassegna Stampa

Pallotta sbarca per il tris

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 07-09-2013 - Ore 09:45

|
Pallotta sbarca per il tris

Quando entra in scena lui, c’è sempre un’accelerazione. James Pallotta, sempre più dentro la Roma, sta per tornare. Come antipasto, appena un mese fa, ha rilevato il 9% della società attraverso la sua Raptor, lasciando alla Banca il 31%. Segno inequivocabile di un impegno maggiore nel suo giocattolone italiano. C’era anche lui il 26 maggio scorso e ha potuto capire l’amarezza e il fastidio per una sconfitta che fa più male di tante altre, senza possibilità di replica immediata perché la stagione finiva proprio lì. Pallotta ha accettato la sconfitta da uomo di sport qual è, ma per la prima volta ha capito forse cosa vuol dire essere romanisti. Ci tiene Mr. James e vuole che tutto sia fatto alla luce dei riflettori. Tocca a lui, come evidenzia Il Corriere dello Sport (R. Boccardelli), firmare con Totti l’ultimo contratto che legherà Francesco alla Roma da calciatore. Pallotta vuole trasformare la firma in un evento, magari il 27 settembre, giorno del compleanno (il 37°) del capitano. Capitolo stadio: il progetto è pronto, l’architetto Dan Meis e il suo staff statunitense hanno consegnato disegni, calcoli, le scelte dei materiali, lo studio dei tempi e dei modi di costruzione. Il disegno del nuovo stadio che sorgerà a Tor di Valle giace da qualche tempo nella cassaforte della Raptor a New York. Dovrebbe ricordare in qualche modo lo stadio deiDallas Cowboys di Dallas, progettato dallo stesso Meis, ma con chiari riferimenti alla tradizione di Roma. Manca ancora la data della presentazione in Campidoglio, nelle mani del sindaco Ignazio Marino, ma nel migliore dei casi la Roma giocherà nel suo nuovo stadio a partire dalla stagione 2016-17 o in quella successiva.

Fonte: (Corriere Dello Sport - R. Boccardelli)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom