Rassegna Stampa

Paredes è fermo, Zukanovic saluta, attesi in gruppo Alisson e Gerson

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 21-07-2016 - Ore 07:13

|
Paredes è fermo, Zukanovic saluta, attesi in gruppo Alisson e Gerson

MESSAGGERO - Dal fresco di Pinzolo al caldo torrido di Trigoria il passo è breve: dopo due giorni di riposo concessi da Spalletti, il tecnico ha dato appuntamento alla squadra per una doppia seduta d'allenamento e ricominciare da dove aveva interrotto. Ripetute, tattica, schemi e partite a tema, il tutto, ancora, senza i calciatori che sono stati impegnati agli Europei in Francia. Solo Nainggolan ieri mattina si affacciato al centro tecnico per fare un saluto ai compagni, poi di corsa a casa. Per lui, De Rossi, Florenzi ed El Shaarawy l'appuntamento è direttamente sabato prossimo all'aeroporto di Fiumicino dove la squadra partirà per Boston e comincerà la tournée negli Stati Uniti fino al 4 agosto.
I SALUTINell'idea di difesa che ha Luciano Spalletti non ha trovato spazio Ervin Zukanovic che ha salutato tecnico e compagni prima di dirigersi a Bergamo dove inizierà la sua nuova stagione con l'Atalanta. Leandro Paredes, pronto anche lui a partire da un momento all'altro, continua a non allenarsi: dopo aver saltato l'amichevole contro il Terek Grozny a causa di un dolore al polpaccio sinistro, ieri non ha preso parte alla doppia seduta ed ha svolto solo del lavoro individuale. Alisson, invece, è tornato a Roma dopo il viaggio in Brasile per risolvere i problemi burocratici legati al visto per gli Stati Uniti, mentre oggi è atteso l'arrivo di Gerson partito per lo stesso motivo. Cinque sedute in tre giorni: è questo il programma stilato da Spalletti prima di decollare per gli Usa, il tecnico non vuole lasciare nulla al caso ed inoltre ha previsto che i primi otto giorni negli Stati Uniti saranno dedicati esclusivamente agli allenamenti: la prima partita si giocherà a Saint Luis il 1 agosto contro il Liverpool, il 3 è in programma l'amichevole con il Montreal Impact ed il 4 agosto il ritorno a Roma. A tutto questo vanno aggiunte delle sessioni di tecnica individuale che l'allenatore svolge con i suoi calciatori. Ne è rimasto colpito Edin Dzeko voglioso di riscatto dopo un campionato in cui il gol è arrivato solo 8 volte su 31 partite giocate: «Era la mia prima stagione in Italia, dovevo adattarmi e per questo ho avuto un po' più difficoltà di quanto qualcuno si aspettasse. Sto lavorando con Spalletti dopo gli allenamenti in gruppo, mi fa svolgere lavoro sulla finalizzazione che può solo aiutarmi a migliorare. È tosta, lavoriamo tutti i giorni e lavoriamo tanto» ha dichiarato il bosniaco al sito ufficiale della società. Dopo l'allenamento di questa mattina alcuni giocatori saranno presenti a via del Corso per partecipare al pre-opening del nuovo store, l'apertura al pubblico è prevista per fine mese.

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom