Rassegna Stampa

Pastore: "Roma, puoi chiamarmi quando vuoi"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 20-12-2013 - Ore 10:59

|
Pastore:

Mai come stavolta, sarà fondamentale. Con le assenze di Strootman e De Rossi , Garcia si consola con il rientro di Pjanic . Insieme con Gervinho , è l’unico calciatore per il quale la scorsa estate il tecnico francese si è speso in prima persona. Domenica lo ritroverà dopo un turno di squalifica, affidandogli le chiavi di un centrocampo in emergenza. Da calciatore inespresso a fondamentale il passo per Miralem è stato breve. E per questo motivo che la Roma vuole il prima possibile chiudere la querelle-contratto. Il bosniaco è in scadenza nel 2015 e piace a mezza Europa (Manchester United in testa). I contatti sono stati già avviati in estate in un incontro milanese, replicato poi a novembre, tra Sabatini e il procuratore Becker . Anche Pallotta , nel suo ultimo happening romano, ha dato il via libera al ds per alzare la posta e trovare l’intesa. In queste ultime settimane si sta lavorando per arrivare ad una proposta di 3 milioni a stagione (senza premi), dopo che la prima - circa 2,5 - è stata respinta dall’entourage del giocatore. La Roma è forte della volontà del calciatore che a più riprese ha manifestato la volontà di rimanere nella Capitale. Javier Pastore, invece, vorrebbe passare da quella francese a quella italiana. Lo ha dichiarato in un’intervista a “Le10sport.com”: «Sto bene al Psg e non penso sia il momento giusto per lasciarlo. Con Sabatini, però, ho un rapporto speciale e può chiamarmi quando vuole».

Fonte: tuttoasport

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom