Rassegna Stampa

Per i giallorossi la partita non finisce mai

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 27-04-2016 - Ore 07:13

|
Per i giallorossi la partita non finisce mai

CORRIERE DELLA SERA - TUCCI - Benedetta zona Cesarini, benedetto il momento in cui Totti entra in campo. Prendiamo le ultime due partite: il Capitano è riuscito a far guadagnare 6 punti alla Roma che ora è a sole due lunghezze dal Napoli e da un secondo posto che le darebbe la possibilità diretta di partecipare alla Champions. Però, calmiamo gli entusiasmi e mettiamo i piedi in terra. Mancano tre giornate, non sarebbe difficile raggiungere i giovanotti di Sarri, se il calendario fosse diverso. Il Napoli giocherà due volte in casa ed una in trasferta, riceverà l’Atalanta ormai salva e il Frosinone nella domenica d’addio, quando forse i ciociari non avranno più speranze. L’unica trasferta gli azzurri andranno a disputarla a Torino contro i granata di Ventura che non hanno più nulla da chiedere a questo campionato. Al contrario, la Roma andrà per due volte lontano dall’Olimpico, la prima contro il Genoa, la seconda contro il Milan che farà di tutto per non deludere definitivamente i suoi tifosi. L’unico match in casa i giallorossi lo giocheranno contro il Chievo. Insomma, non sarà un’impresa facile. Anzi, è quasi impossibile.

L’assurda sconfitta con la Samp ha definito due particolari di estrema importanza: il primo è che ormai non è più nemmeno un sogno la partecipazione biancazzurra all’Europa minore; il secondo è che, malgrado la buona volontà, l’esperienza di Inzaghi avrà un termine: la fine del campionato. Non perché il giovanissimo mister non abbia mostrato alcune buone doti tecniche, ma perché questa squadra va rivoluzionata da cima a fondo. Ci sono elementi che non ne vogliono più sapere di rimanere a Roma e altri che sono ormai arrivati al tramonto. Quindi, il presidente dovrà prendere il forcone e fare piazza pulita. Cominciando da subito a verificare il mercato e acquistare i giocatori necessari per ricostituire una grande squadra. Se così non sarà, anche il prossimo anno la Lazio navigherà in mezzo al guado.

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom