Rassegna Stampa

Per la vendita di Tor di Valle inchiesta finita

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 06-10-2015 - Ore 08:31

|
Per la vendita di Tor di Valle inchiesta finita
LA REPUBBLICA - CAPPELLI - A cominciare dai canoni di locazione per finire con la proprietà del terreno stesso. Gli imprenditori Gaetano e Umberto Papalia, soci Sais nonchè amministratori della Ippodromo Tor di Valle, il liquidatore Mauro Ciccozzi e l’amministratore unico Sais, Michele Saggese, avrebbero infatti distratto «dal patrimonio della Ippodromo Tor di Valle il contratto di locazione ultranovennale (in scadenza nel giugno 2016), nel quale la società era subentrata con l’acquisto del ramo d’azienda della “Ippodromi e Città” del maggio 2008, nonchè il possesso del terreno su cui sorgeva l’ippodromo, assieme a tutte le strutture esistenti, ponendo in essere lo scioglimento anticipato del contratto di locazione e la restituzione anticipata alla Sais spa del terreno stesso grazie a un’operazione artificiosa diretta a sottrarre tali asset ai creditori».
La vicenda non ha alcuna ricaduta sul progetto di edificazione del nuovo stadio della Roma, che dovrebbe sorgere proprio sul terreno di Tor di Valle. Anche se quest’ennesima magagna proprio su quell’area non potrà non avere influenze sugli investimenti esteri nel progetto del nuovo impianto sportivo giallorosso.

Fonte: LA REPUBBLICA - CAPPELLI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom