Rassegna Stampa

Per lo stadio c’è un partner australiano

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 04-04-2015 - Ore 09:43

|
Per lo stadio c’è un partner australiano

Non solo americani. C’è anche un’anima australiana nel progetto del nuovo stadio della Roma. Pallotta e il socio Parnasi, ricevuto ieri in Campidoglio da Marino, hanno infatti raggiunto un accordo con una società australiana, «una delle tre più grandi al mondo nel settore» (parole del sindaco), a cui affidare il ruolo di «project manager». Una sorta di grande regista dell’operazione, a cui spetterà il compito di coordinare i lavori di tutti i settori coinvolti: il primo compito degli australiani è quello di dettare i tempi in vista della consegna del progetto definitivo al Comune, che poi lo girerà alla Regione per l’apertura della conferenza di servizi finali.

Il 1° aprile Pallotta ha comunicato a Marino l’importante novità in una lettera di quattro pagine, firmata dal presidente giallorosso e inviata via mail. Intanto il suo braccio destro Pannes ha programmato un nuovo blitz della Capitale per aggiornare il sindaco. Ieri è stato il turno del costruttore Luca Parnasi, ricevuto in Campidoglio: all’incontro hanno preso parte anche l'Assessore alla mobilità Improta e quello ai lavori pubblici Pucci. «È andata benissimo» ha detto Parnasi all’uscita dal Palazzo Senatorio. Marino conferma e aggiunge: «Mi è stato assicurato per iscritto da Pallotta - ha aggiunto Marino - che il 15 giugno verrà consegnato il progetto definitivo. Allo stesso tempo sia il presidente che Parnasi mi hanno detto di aver coinvolto nella gestione del management una delle tre più grandi aziende del mondo del settore. I terreni di proprietà dell'Eurnova su cui si dovrà costruire? Non abbiamo toccato questo argomento», la chiosa del primo cittadino, in attesa della sentenza del Tribunale sul fallimento della Sais di Papalia.

Fonte: IL TEMPO (F. M. MAGLIARO)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom