Rassegna Stampa

Perotti, il ventunesimo giocatore in quattro gare

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 02-02-2016 - Ore 09:15

|
Perotti, il ventunesimo giocatore in quattro gare

Il CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI - Se a Reggio Emilia dovesse entrare in campo anche solo per un minuto – ma è probabile che parta addirittura titolare, viste le tante assenze -, il neo arrivato Diego Perotti sarebbe il ventunesimo calciatore schierato da Luciano Spalletti da quando è tornato sulla panchina della Roma. Un piccolo record, visto che quella contro il Sassuolo sarà solamente la quarta gara per il tecnico toscano, ma anche un’indicazione precisa: la ricerca della quadratura tattica passa attraverso tanti cambi, non solo di modulo ma anche di calciatori. «Io posso scegliere undici giocatori soltanto – ha tuonato ieri l’allenatore in conferenza stampa – per cui dovrò essere bravo a scegliere e a farli giocare con moduli differenti». Che è esattamente quello che ha cercato di fare finora, in attesa dell’intuizione che possa cambiare la squadra, come fu per il 4-2-3-1 nella sua prima avventura romanista. Finora gli «intoccabili» della seconda Roma spallettiana sono stati sette: degli undici di partenza hanno sempre fatto parte Szczesny, De Rossi, Pjanic, Salah, Nainggolan («Radja dà certezza in qualsiasi parte lo si metta; lui riesce a tirare fuori qualcosa di positivo in qualsiasi zona del campo lo si faccia giocare», è l’investitura del tecnico), Manolas e Dzeko. Gli ultimi due, però, con il Sassuolo non ci saranno rispettivamente per squalifica e infortunio. Ci sarà Antonio Ruediger, che dopo la «falsa partenza» contro il Verona, quando gli fu preferito Leandro Castan, si sta ritagliando uno spazio sempre maggiore: nella difesa a 4 o a 3, esterno di centrocampo o terzino, ha dimostrato di sapersi adattare. Anche Florenzi e Digne, prima di fermarsi per infortunio, erano considerati titolari. L’altro lato della medaglia sono gli inutilizzati: oltre a De Sanctis e Lobont, Spalletti finora non ha mai preso in considerazione Gyoember, Emerson Palmieri e Salih Uçan, che però è stato infortunato. Rispetto alla gestione Garcia, per loro, è cambiato davvero poco.

Fonte: Il Corriere della Sera - Piacentini

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom