Rassegna Stampa

Pjanic adesso è grande con Totti

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 26-09-2014 - Ore 09:12

|
Pjanic adesso è grande con Totti

Miralem Pjanic suscita ammirazione. Ha modificato una partita tracciando sulla punizione conclusiva una traiettoria che può essere considerato il sigillo della vittoria Non è ovviamente l’unico positivo disturbatore della quiete tattica di Garcia: ce ne sono molti altri, tutti sfruttati per bene in funzione di una squadra che non deve soltanto mettersi in campo e svilupparsi in base a regole fisse ma pure affrontare, come mercoledì sera, situazioni intricate e impreviste.

Pjanic però possiede un segno di distinzione che va oltre la delicatezza del tocco. Nella sua identità pubblica, come riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, è quanto di più integrato nella normalità militaresca di Garcia. «Il cuore del mio gioco è il centrocampo e al cuore del centrocampo c’è Pjanic», disse Rudi.
 
Pjanic, nelle sue quattro stagioni in Serie A, ricche di presenze in campo ma non stracariche di gol, ha realizzato sei reti su punizione. Meno, nello stesso periodo, soltanto di Pirlo e Lodi. Di queste reti, è rimasta impressa nella memoria quella dello scorso anno contro il Napoli. Pjanic ha la tecnica che indirizza il pallone al compagno libero e meno ovvio e soprattutto ha l’intelligenza. Per questo, ed altri motivi, Garcia ha chiesto espressamente al presidente Pallotta di non cedere Pjanic.Ma a trattenere a Roma il bosniaco è quel magnetismo tecnico e umano con Francesco Totti. Del quale Pjanic si è impegnato a studiare movenze e tecnica. E Totti contraccambia l’apprezzamento, avendo incontrato dopo molto tempo un giocatore da considerare pari.

Fonte: corsport

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom