Rassegna Stampa

Pjanic valuta l’addio alla Roma e tratta con Juve, Atletico e Psg: Sabatini non fa sconti sulla clausola

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 26-05-2016 - Ore 07:54

|
Pjanic valuta l’addio alla Roma e tratta con Juve, Atletico e Psg: Sabatini non fa sconti sulla clausola

IL TEMPO - AUSTINI– Quando si perde l’entusiasmo di stare insieme, meglio lasciarsi. I due fidanzati in questione sono la Roma e Pjanic, che dopo 5 anni condivisi tra gioie e dolori stanno entrambi valutando se sia arrivato il momento di separarsi. La posizione della società, almeno pubblicamente, è nota: non esiste trattativa per il bosniaco, chi lo vuole deve pagare la clausola di 38 milioni di euro per intero. Ma a dire il vero, se dovesse accadere, sarebbero in pochi a strapparsi i capelli dentro Trigoria. La sensazione condivisa fra i dirigenti, infatti, è che Pjanic abbia fatto il suo tempo in giallorosso e per una cifra così allettante, con mega-plusvalenza annessa, salutarlo sarebbe comunque un buon affare.

Nel frattempo Mire sta facendo le sue valutazioni insieme al papà e al procuratore Becker. Ed è sempre più convinto che sia arrivato il momento di tentare una nuova esperienza a livelli più alti della Roma. Cerca una squadra che gli dia più garanzie di alzare trofei e gli consenta di guadagnare più dei 4 milioni abbondanti percepiti attualmente, compresi ricchi e «facili» premi. L’agente sta strappando accordi in giro per l’Europa a cifre superiori ai 5 milioni di euro. Juventus e Psg sono in prima fila, davanti ad Atletico Madrid e Bayern Monaco. Se fino a qualche settimana fa Parigi sembrava la destinazione più probabile, ora la Juve ha aumentato il pressing e, ottenuto un via libera di massima dall’entourage di Pjanic, è pronta al braccio di ferro con la Roma. Agnelli per il momento non intende pagare la clausola e cerca di strappare uno sconto, puntando sulle esigenze finanziarie del club giallorosso che ha bisogno di far cassa entro il 30 giugno. Ma a Trigoria intendono fare muro: con la Juve non si tratta. Un braccio di ferro destinato a prolungarsi oltre quella data, a meno che un altro club non convinca prima Pjanic e versi 38 milioni di euro alla Roma. Il «piano A» di Sabatini resta un altro: ottenere più (e prima) possibile dalle cessioni di Sanabria, Doumbia, Ljajic, Sadiq e/o Paredes, senza scartare l’opzione Rudiger. Anche il procuratore del tedesco sta sondando le offerte in giro per l’Europa: la Roma chiede una trentina di milioni.

Fonte: Il Tempo - A.Austini

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom