Rassegna Stampa

Preziosi, mafia capitale e la sua valigetta piena di soldi

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 14-12-2014 - Ore 21:27

|
Preziosi, mafia capitale e la sua valigetta piena di soldi

Non ricordo di chi è la citazione che “la mamma dei cretini è sempre incinta” ma nel calcio bisogna dire che è abbastanza prolifica. Perchè è solo immaginando un black out della parte intellettiva, che si può capire il presidente del Genoa, Preziosi. Ci aveva già abituato a uscite colorite ma queat volta ha superato tutto e tutti: “Succedono cose strane a Roma, non vorrei fosse coinvolto anche il calcio…” Preziosi ha messo insieme il “cecato”, “spezza pollici” e tutta la colorita banda di Mafia Capitale, con l’arbitro Banti, Totti e Garcia, immaginando che tra una tangente, una spedizione punitiva e qualche pestaggio, Carminati e soci avrebbero minacciato anche arbitri o dirigenti federali per aiutare la Roma. Già, proprio la squadra della capitale. E magari Preziosi pensa anche che De Rossi, oltre all’ aiuto per un problema in discoteca avrebbe potuto chiedere a quel galantuomo di “Giovannone” anche di pensare alla sua Roma, magari “parlando” con tutti gli arbitri italiani. E poi perdiamo tempo a fare inchieste per chiederci perchè il calcio italiano è precipitato. Perchè questi sono i dirigenti che dovrebbero governare la nona industria italiana. [wp_bannerize group="banner_interno_articoli" random="1"] Presidenti di società che per un rigore e una sconfitta sono capaci di gettare fango immondo. Presidenti come Preziosi che non sono in grado di capire quanto possa essere grave fare entrare una delle pagine più buie e scandalose di Roma e del Paese nel calcio. Mischiare con una partita di pallone, un’inchiesta sconvolgente che ci racconta giorno dopo giorno le commistioni di mafia e politica. Una cosa seria, non un gioco. E tutto per un errore dell’arbitro. E vorremmo ricordare a Preziosi che sino ad oggi nel mondo calcio l’unica valigetta piena di soldi per corrompere qualcuno l’ha portara lui per vincere una partita: i tifosi del Genoa la ricordano ancora, perchè per quella valigetta si sono ritrovati in poche ore dalla serie A alla serie C. Per favore presidente, lasci perdere le cose serie per un calcio di rigore.

Fonte: LA REPUBBLICA - M.Mazzitelli

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom