Rassegna Stampa

Preziosi: «Non ho mai parlato di Mafia Capitale»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 16-12-2014 - Ore 10:21

|
Preziosi: «Non ho mai parlato di Mafia Capitale»

E’ stata ufficialmente richiesta la prova televisiva per il «contatto» avvenuto a fine gara fra il genoano Perotti e il romanista Holebas, colpito dall’attaccante rossoblù, e poi rimasto a terra. Molto dipenderà dall’arbitro Banti: innanzitutto se abbia visto l’episodio, e come lo abbia valutato. Anche il giallorosso è nel mirino della giustizia sportiva, poiché lasciando il campo ha rivolto il dito medio al pubblico, sopra il tunnel degli spogliatoi. Il giocatore rischia una salatissima multa o un turno di squalifica.Perotti, invece, che dopo l’ammonizione (ingiusta) andrà in squalifica, potrebbe essere sanzionato con un turno di stop in più.

 

L’ATTENUANTE? Per il giallorosso, tuttavia potrebbe essere invocata l’attenuante della provocazione, visto che nel momento in cui ha fatto il gestaccio era in corso un lancio di oggetti, uno dei quali ha colpito Strootman. Non è tutto. Perché gli animi sarebbero rimasti molto agitati anche nel corridoio degli spogliatoi che porta agli stanzoni delle squadre, e nel parapiglia sarebbero rimasti coinvolti alcuni membri di entrambi gli staff tecnici. Resta da capire come si pronuncerà oggi il giudice sportivo.

PREZIOSI FURIOSO E ieri è stato anche il giorno in cui il presidente genoano ha voluto far sentire la sua voce, per chiarire come il concetto di «Mafia Capitale» facesse parte di una domanda che gli era stata posta a fine gara, tanto che lui mai l’ha pronunciato: «Toglietemi dalla bocca una frase che non ho mai detto. In questo senso, la registrazione dell’intervista è chiara. A un quesito di un giornalista, io ho risposto soltanto: “Succedono cose strane a Roma, non vorrei fosse coinvolto anche il calcio. Stop. Non ho mai usato quel termine. Semplicemente, mi sono limitato a rispondere ad una domanda. Ero tranquillissimo, fra l’altro, a fine partita, tanto che nella stessa intervista (avvenuta nei pressi della balaustra che delimita la tribuna d’onore dalla tribuna-stampa del Ferraris, ndr ) ho ribadito come non si potesse certo dare la responsabilità della sconfitta all’arbitro, visto che non si può concedere il vantaggio di un uomo ad una squadra forte come la Roma per oltre un’ora di gioco».

 

MALASORTE BANTI A freddo non è invece mutato il giudizio del presidente del Grifone riguardo all’arbitro Banti, contestato, in campo e fuori, dai tifosi genoani: «Avevo già detto che Banti per noi è una iattura, perché ha arbitrato male. Il fallo di mano fischiato a Perotti non me lo sono inventato, e comunque domenica lui sarà squalificato. Sturaro è stato fermato per un fuorigioco inesistente mentre correva verso De Sanctis, e forse in quell’occasione avrebbe anche potuto segnare. Insomma, quantomeno Banti non ci porta fortuna. Ma, per cortesia, toglietemi dalla bocca una frase che non ho assolutamente detto».

Fonte: gasport (A. Pugliese)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom