Rassegna Stampa

Pulvirenti sotto torchio Accuse per Lotito

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 29-06-2015 - Ore 06:22

|
Pulvirenti sotto torchio Accuse per Lotito

IL TEMPO - CHERUBINI - L’inchiesta entra nel vivo, scattano gli interrogatori. Lo scandalo Catania continua, il gip del tribunale, Fabio Di Giacomo, ha deciso che inizierà da oggi ad ascoltare le sette persone coinvolte in questa clamorosa vicenda. Tutti agli arresti domiciliari con l’accusa di aver comprato le ultime partite del Catania nel campionato di serie B per evitare la retrocessione. Si partirà dall’interrogatorio di garanzia del presidente Nino Pulvirenti, dell’amministratore delegato Pablo Cosentino e di Giovanni Luca Impellizzeri. Gli altri quattro indagati, saranno sentiti da altri gip su delega dell’ufficio dei Gip catanesi.

Accusato, ma non indagato, anche Claudio Lotito. A sorpresa, in fondo all’ordinanza firmata dal gip Sebastiano Di Giacomo Barbagallo, è spuntato anche il nome del presidente della Lazio e consigliere Figc. Il riferimento è alla gara Catania-Avellino 1-0, considerata combinata dal pm Alessandro Sorrentino, tanto da fare delle richieste precise, probabilmente pure a carico di Lotito. Richieste respinte dal gip per una questione soprattutto tecnica. Si parla di alcune intercettazioni con Pulvirenti e di una possibile accusa d’illecito: il presidente avrebbe interpellato il patron biancoceleste per evitare la retrocessione in Lega Pro del Catania, ma al momento non arrivano conferme di nessun tipo. Il pm ha considerato la partita vinta dai siciliani per 1-0 con un rigore contestato e ha messo sul piatto i contatti tra Lotito, Pulvirenti e Cosentino. Ma le intercettazioni al momento non sono utilizzabili. Il pm cercherà nuove prove per agire su Catania-Avellino, ma nel frattempo la giustizia sportiva potrebbe chiedere atti e intercettazioni da leggere e valutare.

Fonte: IL TEMPO - CHERUBINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom