Rassegna Stampa

Può per caso Conte sfruttare la superdifesa dell'Inter, il contropiede della Roma o la forza d'urto del Napoli? No, perché l'Italia col campionato non c'entra più nulla

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 15-11-2015 - Ore 21:11

|
Può per caso Conte sfruttare la superdifesa dell'Inter, il contropiede della Roma o la forza d'urto del Napoli? No, perché l'Italia col campionato non c'entra più nulla

REPUBBLICA - BOCCA - Se fosse possibile bisognerebbe espiantare la difesa all’Inter e trapiantarla sul corpo della nazionale. Se anche ci riuscissmo l’operazione non sarebbe indolore, perché ne farebbero le spese anche giocatori che sono veri e propri pilastri della nazionale: Buffon su tutti, ma anche Chiellini, Barzagli, Bonucci. Insomma la difesa dell’Inter – Handanovic, Nagatomo, Medel, Murillo, Juan Jesus – al posto di quella della Juventus. Questo per dire che il miglior dato tecnico della stagione – e cioè la robustezza difensiva dell’Inter - è completamente inutilizzabile dal ct Conte. Lo stesso potremmo dire per la squadra d’attacco: i contropiedisti della Roma (Salah e Gervinho), la manovra della Fiorentina (Babacar, Kalinic, Ilicic…), la potenza d’urto del Napoli (Higuain). Setaccia tutto, non rimane niente o quasi niente. La nazionale ormai ha molta poca attinenza col campionato italiano, la nazionale è una squadra da inventare come capita, spesso arrangiandosi. La teoria dei blocchi non funziona più, quasi tutte le squadre italiane giocano in funzione di un protagonista straniero. Azzeccare una formazione vincente è anche un po’ un terno al lotto, siamo sinceri.

Fonte: REPUBBLICA - BOCCA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom