Rassegna Stampa

Quando lo sfottò è marketing

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 23-10-2014 - Ore 07:48

|
Quando lo sfottò è marketing

 Gli sfottò esistono da quando esiste il calcio, ma solo di recente le aziende hanno iniziato a deridere i perdenti per farsi pubblicità. C’è sempre un’occasione per fare marketing. La disfatta dell’Olimpico ha ispirato Easy Jet, che su Twitter ha lanciato la sua nuova offerta di voli sfruttando la goleada del Bayern Monaco: «Probabilmente questo non è il momento opportuno per ricordarvi che abbiamo 7 nuove mete da Roma, vero?», «7 nuovi orizzonti, oltre i colli» e ancora «Giuriamo che la presenza di Rodi nelle 7 mete è puramente casuale», con l’hashtag #RomaBayern in coda al cinguettio.

Tutto calcolato, compresa la successiva protesta dei romanisti sul web: non si aspettavano che la sconfitta peggiore della storia delle italiane nelle coppe europee potesse trasformarsi in una campagna pubblicitaria. Non era, tuttavia, la prima volta, visto che la Samsung aveva festeggiato la vittoria della Juventus alimentando le già vive polemiche per l’operato di Rocchi: «Grandiosi bianconeri, che partita emozionante!». Non solo marketing, anche i soliti sfottòdei tifosi anti-romanisti: «A regà, mischiamo le squadre?», fa dire a Totti una juventina. Qualcuno ha rispolverato la foto del campo in discesa che Maicon ricorda bene, dato che era stata usata dopo Brasile-Germania. Più fantasiosa l’immagine dei sette colli rinominati con i marcatori della serata (Robben ne occupa due su sette). In un’altra simpatica fotografia c’è la testa di Rocchi sul corpo dell’olandese mattatore del match in una fusione che coinvolge anche il nome: «Rocchen».

I più impietosi hanno postato il tabellone di Manchester, l’altro 7-1 maledetto per i giallorossi. La maglia di Benatia, numero 17, ha richiesto solo l’aggiunta di un trattino ironico. Sono state più taglienti le parole dell’agente dell’ex giallorosso: «Garcia ha capito perché Mehdi ha voluto lasciare la Roma, semplicemente troppo piccola rispetto al Bayern». Strano che Monaco non sia tra le 7 mete di Easy Jet.

Fonte: IL TEMPO (E. MENGHI)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom