Rassegna Stampa

Real, la Champions per dimenticare il Barça

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 07-03-2016 - Ore 07:56

|
Real, la Champions per dimenticare il Barça

MESSAGGERO - DEL VECCHIO - Senza quasi il tempo di assaporare la goleada 7-1 di Liga inflitta al Celta di Vigo, il Real Madrid era ieri già al lavoro nella cittadella di Valdebebas per preparare la partita di ritorno degli ottavi di finale di Champions con i giallorossi, domani sera alle 20,45 al Bernabeu. Nell’allenamento domenicale Zidane ha contato su tutta la squadra, inclusi Gareth Bale e Marcelo, che vedono crescere le probabilità di tornare titolari contro la Roma, e con Karim Benzema come unico assente. Per il tecnico francese, le buone notizie sono arrivate con il recupero del tedesco Kroos, dopo un’influenza, e quello del croato Modric, che ha superato le sofferenze a una caviglia, che lo avevano tenuto lontano dalle ultime due partite del campionato. A rafforzare il gruppo, i ‘canterani’ Marcos Llorente, il norvegese Martin Odergaard e Borja Mayoral, che hanno provato azioni di anticipo e di affondo, prima di disputare partite a campo ridotto. Grazie al surclassante risultato contro la squadra di Vigo, fra le merengue l’animo è tornato alto e Cristiano Ronaldo – ‘pichichi’ di Liga, dopo l’ultimo poker di reti – ha ritrovato il feeling con i tifosi. 
L’ULTIMA SPIAGGIAMa lo 0-2 dell’andata sulla Roma all’Olimpico, del quale erano stati artefici lo stesso CR7 e Rodriguez - non è per cullarsi sugli allori, dato che sulla Undecima Champions Zidane rischia il tutto per tutto in una stagione in cui il Real è già fuorigioco, dopo l’eliminazione dalla Coppa del Re per lo schieramento indebito di Denis Cheryshev (c’era Benitez) e per l’attuale distacco a 12 punti dal Barcellona, capofila nella classifica di campionato. Per i ‘blancos’ l’Europa è l’ultima spiaggia. E si preparano a ricevere la Roma sperando di porre fine alla ‘mala suerte’ che li perseguita nei duelli con le italiane: nelle ultime otto eliminatorie a doppio turno il Real Madrid è caduto sempre davanti a rivali della Serie A. L’ultima vittoria risale alla Coppa dei Campioni del 1987-1988 contro il Napoli. A otto anni fa risale la vittoria della Roma sul Real nella stessa fase di Champions; mentre un anno fa la squadra di Chamartin pareggiò contro la Juventus nella partita di ritorno, per poi cadere per un globale 2-3 nelle semifinali. Nella cittadella di Valdebebas, le merengue preferiscono ricordare, a proprio favore, le 21 vittorie nei 30 match come ospitanti locali di squadre italiane, con 3 pareggi e 6 sconfitte. E, nelle sfide con i giallorossi, precedenti all’attuale stagione - otto in competizioni di Uefa - le quattro vittorie del Real sulle tre della Roma, con un unico pareggio. 

Fonte: MESSAGGERO - DEL VECCHIO

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom