Rassegna Stampa

Rebus Centrale

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 14-08-2015 - Ore 07:18

|
Rebus Centrale

IL MESSAGGERO - CARINA - Non avrà modo nemmeno di salutare i tifosi. Yanga Mbiwa, l’eroe dell’ultimo derby, è pronto a sbarcare a Lione. Dovrebbe farlo già in giornata: in Francia lo attendono per le visite mediche. Nelle casse della Roma entreranno una decina di milioni. Questa sera all’Open Day non sarà presente nemmeno Digne. La trattativa con il Psg è definita da giorni — 1,5 milioni per il prestito e diritto di riscatto a 16,5 — ma il club francese ha chiesto tempo per acquistare con la stessa formula della Roma il suo sostituto. Dopo l'iniziale irritazione per il ritardo, Sabatini sembra propenso ad aspettare. E all'Olimpico potrebbe essere assente anche Destro, oramai ad un passo dal Bologna. I due club sono d’accordo, rimangono soltanto gli ultimi dettagli da sistemare tra l’attaccante e la società rossoblù (interessata anche a Uçan).

IDEA VESTERGAARD Con l’addio di Romagnoli e Yanga Mbiwa, all’appello mancano due centrali difensivi. Uno dovrebbe essere Gyomber. Sabatini conserva gelosamente il nome dell’altro, che nelle idee del ds dovrà essere un semi-titolare da affiancare alla coppia Manolas-Castan. L’identikit è un centrale veloce, giovane e inevitabilmente comunitario. In lizza Heurtaux, Juan Jesus (l’agente è Calenda, lo stesso che ha curato per la Roma la trattativa per Gerson, arrivato ieri a Fiumicino e presente all'Olimpico in serata) e Zouma (anche se i costi appaiono eccessivi). Ma il nome nuovo e più credibile è quello del danese Vestergaard, classe ’92 del Werder Brema. Trattative avviate con la Marketing-sports, l’agenzia che si occupa del calciatore. Valutazione: 12 milioni, più o meno il budget di spesa messo in preventivo dalla Roma. Piace anche Rudiger (Stoccarda) ma il costo appare proibitivo (16 milioni). Tra l’altro il difensore appare poco propenso a lasciare la Germania e andrebbe dunque convinto. Nell’ambito della trattativa per Yanga Mbiwa, consapevole che il Lione sta accelerando con il Marsiglia per avere anche N’Koulou, Sabatini ha provato a chiedere Umtiti, difensore centrale, classe ’93. Risposta negativa. Un altro calciatore proposto a Trigoria in queste ore è Milosevic, 23enne svedese del Besiktas. Rumors provenienti dalla Premier, accostano anche Sakho alla squadra di Garcia. Classe ’90, ex colonna del Psg, ha rotto con il tecnico del Liverpool, Rodgers, ma a Trigoria smentiscono l’interesse. Anche il ritorno di Marquinhos, ipotizzato in Francia, viene bollato come mera suggestione.

D’AMBROSIO IN STAND-BYQuando verrà chiuso il capitolo centrali, Sabatini si dedicherà alla ricerca di un altro terzino. Il profilo che sta cercando il ds è un calciatore che sappia giocare su entrambe le fasce. Bloccato D’Ambrosio che ha messo in stand-by le lusinghe dello Schalke. Lo stesso ha fatto Peres (anche se il brasiliano può giostrare soltanto sulla corsia di destra) che ha chiesto alla Roma di conoscere quale siano le reali intenzioni del club, altrimenti potrebbe accettare la proposta del Porto. A Trigoria hanno affidato la questione all’agente del ragazzo che una settimana fa ha recapitato un’offerta complessiva (non ufficiale) di 12 milioni (così suddivisa: uno per il prestito e 9 per l'obbligo di riscatto più 2 di bonus). Cairo non ha chiuso la porta, si è già garantito il sostituto con Zappacosta e come nel caso di Darmian (rimpiazzato in anticipo con Avelar) prova a tenere il punto (15 milioni). Le parti si sono date appuntamento entro Ferragosto. Marquinho intanto è vicino all’Udinese. Ljajic piace all’Inter, Carbonero alla Sampdoria. Il giovane Bordin verso Pescara.

Fonte: IL MESSAGGERO - CARINA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom