Rassegna Stampa

Rincorsa Pjanic. Ora la Roma lo aspetta per domenica

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 18-09-2015 - Ore 06:53

|
Rincorsa Pjanic. Ora la Roma lo aspetta per domenica

GAZZETTA DELLO SPORT - ZUCCHELLI - Se lo stop di Szczesny si può classificare tra le brutte notizie di ieri, il possibile recupero di Miralem Pjanic, in grande anticipo rispetto alle prime previsioni dopo l’infortunio al polpaccio, può restituire il sorriso a Rudi Garcia. Il centrocampista bosniaco, che ha guardato i suoi compagni pareggiare contro il Barcellona e che si è complimentato per l’impresa attraverso i social network, sta bruciando le tappe e già ieri è tornato a lavorare in gruppo insieme ai giocatori che sono scesi in campo a Trigoria Il suo obiettivo è quello di rimettersi a disposizione del tecnico francese già per la gara di domenica pomeriggio col Sassuolo, ma una risposta definitiva si avrà solo dopo l’allenamento di oggi. La cosa certa è che, nonostante Pjanic scalpiti per esserci anche perché vorrebbe arrivare in forma al decisivo impegno contro il Galles con la Bosnia, non si correrà alcun rischio. 

CALMA Il polpaccio è uno dei punti più delicati, lo sa bene De Rossi che lo scorso anno ha vissuto una stagione pesantemente condizionata dal problema accusato in Nazionale e dalla ricadute che gli sono capitate durante il campionato, e né Garcia né lo staff medico romanista hanno intenzione di rischiare. E se Pjanic spinge per esserci, Garcia vuole il giocatore solamente quando sarà pronto. Meglio aspettare qualche giorno in più, insomma, e riaverlo a disposizione al 100% 

GENOVA PER LUI La gara giusta potrebbe essere quella di mercoledì a Genova contro la Sampdoria, la seconda in una serie di cinque che comincia col Sassuolo e prosegue la settimana successiva contro Carpi, Bate Borisov e Palermo. Cinque partite in quattordici giorni in cui il tecnico francese dovrà, per forza di cose, attingere a tutti i componenti della rosa per fare un po’ di turnover. Il rientro di Pjanic, ad esempio, potrà consentire a Keita di tirare un po’ il fiato, così come il possibile esordio di Vanqueur a De Rossi di tornare sulla linea difensiva, visto che Ruediger ha giocato due partite consecutive dopo tre mesi di inattività. 

RIPOSO Detto che Capradossi ha firmato il rinnovo fino al 2020, la rotazione dei centrali difensivi per il momento non contempla ancora Castan, finito in tribuna contro il Barcellona. Col Sassuolo potrebbero osservare un turno di riposo anche Salah e Iago Falque, o magari solo uno dei due, usciti stremati per la fatica mercoledì al termine di una gara di grande sacrifici. Alle loro spalle scalpitano Iturbe e Gervinho. Poi c’è Totti, che mercoledì sera non ha incrociato in campo Lionel Messi (ma gli ha chiesto di fare una foto con il figlio, grande estimatore dell’argentino): il capitano potrebbe scendere in campo contro il Sassuolo, anche se a Frosinone l’abbinamento con Dzeko non è riuscito granché. E siccome il bosniaco in questo momento è un titolare inamovibile, dovrà essere bravo Garcia a trovare la soluzione migliore. 

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT - ZUCCHELLI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom