Rassegna Stampa

Roma alla ricerca del gol perduto. El Shaarawy sogna un posto

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 28-01-2016 - Ore 07:48

|
Roma alla ricerca del gol perduto. El Shaarawy sogna un posto

CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI - Alla ricerca del gol perduto. Potrebbe essere questo il titolo di un film (horror) sull’ultima Roma. Tra i tanti numeri preoccupanti di questo scorcio di stagione – in cui la Roma è caduta al quinto posto in classifica a 12 punti dal Napoli, 10 dalla Juventus e 6 da Fiorentina e Inter – c’è quello relativo alla scarsa vena realizzativa degli attaccanti giallorossi. Nei due mesi trascorsi dalla trasferta di Champions League a Barcellona (24 novembre) a quella di Torino con laJuventus (24 gennaio) la Roma ha giocato 11 partite, realizzando solamente 9 gol. Una netta inversione di tendenza, rispetto alla prima parte della stagione. Luciano Spallettidovrebbe avere sei attaccanti a disposizione, sabato sera all’Olimpico, contro ilFrosinone: Iago Falque ha svolto lavoro differenziato insieme a Florenzi, ma la loro presenza tra i convocati non dovrebbe essere in dubbio. 

Questi sei attaccanti, in tutto il campionato, hanno realizzato complessivamente 13 gol (5 Salah, 3 Dzeko, 2 Sadiq e Iago Falque, 1 Totti), otto in meno rispetto al soloHiguain. Il totale sale a 20 considerando anche le Coppe e i 3 gol segnati da Stephan El Shaarawy tra preliminari di Champions ed Europa League, con la maglia delMonaco. Il Faraone, l’ultimo arrivato in casa romanista in attesa di Perotti e di almeno un difensore, contro il Frosinone potrebbe essere schierato a sorpresa in coppia con Edin Dzeko. Tutti i suoi concorrenti diretti, infatti, non stanno attraversando un gran momento di forma. Salah (5 gol in campionato e 1 in Champions League) non si è mai del tutto ripreso dopo l’infortunio subito nel derby e non sembra aver ancora ben capito che tipo di lavoro gli chiede il tecnico toscano. Iago Falque non sta benissimo e non è detto che Spalletti non lo consideri più un esterno di centrocampo (quindi un viceFlorenzi o Digne) che una seconda punta.

Francesco Totti, titolare nella gara di andata al fianco di Dzeko, in un esperimento che non è stato mai più ripetuto, dopo il l’infortunio del 26 settembre scorso ha giocato solo 20 minuti col Milan al posto di Sadiq, che ad oggi si può considerare una valida alternativa. Per questo la suggestione di vedere insieme Dzeko ed El Shaarawy, che sarà presentato oggi a Trigoria, può diventare realtà, con Totti e Salah pronti a subentrare in caso di necessità. «La nostra è una squadra fortissima – ha detto ilFaraone a Roma Radio -. Il periodo non è positivo, ma, rimanendo uniti e convinti delle nostre qualità, potremo uscirne. Io voglio dimostrare chi sono, aiutare la Roma e dare una svolta alla mia carriera».

Fonte: CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom