Rassegna Stampa

Roma, Barça pronto a pagare 38 milioni per arrivare a Pjanic

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 02-06-2016 - Ore 07:23

|
Roma, Barça pronto a pagare 38 milioni per arrivare a Pjanic

CORRIERE DELLA SERA – PIACENTINI - In Spagna sono sicuri: c’è Miralem Pjanic tra gli obiettivi del Barcellona. Secondo il Mundo Deportivo, infatti, a richiederlo è stato proprio Luis Enrique, che lo ha allenato per un anno nella Capitale e vorrebbe farlo di nuovo. Tra le società interessate al romanista, che ieri ha postato una foto insieme al figlio per festeggiare l’inizio delle sue vacanze, quella catalana è la destinazione più gradita. E il Barcellona è senza dubbio una delle poche società in grado di pagare i 38 milioni della clausola rescissoria e di garantirgli uno stipendio da top player (ben oltre i 5 milioni a stagione) senza battere ciglio. Le altre sono, in ordine di preferenza e a parità di condizioni, Real Madrid, Psg, Bayern Monaco e le due squadre di Manchester, mentre l’idea di finire alla Juventus non entusiasma il calciatore né tantomeno la Roma.

Chi vorrà aggiudicarselo, però, dovrà farlo entro il 15 agosto (e non il 15 luglio come riportato dal quotidiano spagnolo), data oltre la quale la clausola non sarà più valida. Una sorta di uscita di sicurezza per la società, che non vuole correre il rischio di ritrovarsi senza un giocatore così importante a ridosso della fine del calciomercato. Superata la metà di agosto, quindi, chiunque vorrà Pjanic dovrà trattare direttamente con la Roma, oppure aspettare la prossima stagione, quando il centrocampista entrerà nel penultimo anno di contratto e la clausola si abbasserà fino a 30 milioni.

In attesa di conoscere il destino del bosniaco, in uscita sembra esserci Antonio Ruediger. Gli agenti del tedesco, appena riscattato dallo Stoccarda per 9.5 milioni, sono volati a Londra per parlare col Chelsea, pronto ad investire tra i 20 e 25 milioni, magari inserendo un giovane (forse Musonda).

Chi ha già salutato tutti a Trigoria, è invece, Italo Zanzi che ha presentato le sue dimissioni da a.d. e consigliere d’amministrazione. A fine mese la decisione sull’eventuale sostituto. Una decisione immediata, invece, è stata presa già martedì sera nei confronti di Marco Tumminello, l’attaccante della Primavera espulso nella semifinale scudetto contro l’Inter e protagonista di una folle protesta contro l’arbitro che probabilmente gli costerà una lunghissima squalifica. Il calciatore, che su Facebook si è scusato per l’episodio, è stato sospeso a tempo indeterminato dalla società, e ieri è stato convocato d’urgenza a Trigoria insieme alla sua famiglia dove ha subito una dura reprimenda da parte dei dirigenti.

Fonte: Corriere della Sera - G.Piacentini

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom