Rassegna Stampa

Roma blindata. Riscone deserta. Da oggi si fatica

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 13-07-2013 - Ore 09:45

|
Roma blindata. Riscone deserta. Da oggi si fatica

Almeno stavolta non c’è stata contestazione, anche se qualche applauso ironico all’arrivo del pullman a Riscone è arrivato lo stesso. Ma i pochi che volevano manifestare le proprie rimostranze si sono arresi subito, un po’ come quelle 60-70 persone in attesa davanti all’hotel Royal Hinterhuber per vedere da vicino i giocatori della Roma: niente, si sono dovuti accontentare di veder sfilare veloce il pullman (arrivato circa alle 20, con un’ora di ritardo sulla tabella di marcia). Qualcuno ha pianto alla vista di Totti, qualcun altro ha applaudito il capitano, quasi tutti ci sono rimasti male: speravano di entrare sul piazzale e vedere almeno lo sbarco dei propri beniamini. 

CARICA ALE  Ed invece a riprendere le immagini c’era solo Roma Channel, la tv si casa, che ha accolto una Roma con Marquinhos ma senza Jedvaj (arriverà oggi). C’era invece Alessandro Florenzi, che si è tagliato le vacanze per mettersi subito a disposizione, nonostante le fatiche dell’Europeo Under 21. «È stato un bell’Europeo, purtroppo finito male — ha detto l’azzurrino —. Adesso ripartiamo più forti di prima, sperando di dare una soddisfazione ai tifosi, che se la meritano. Io? Sto bene, mi sono messo subito in discussione. Ora è il momento di lavorare». Anche per cancellare le delusioni degli ultimi due anni e provare a dare una sterzata ad una squadra che non ha raccolto nulla di quello che si era ripromessa. 

RISCHIO FLOP Da questa mattina due sedute al giorno, ritmi serrati, 27 giocatori alle dipendenze di Garcia (con Totti, Borriello, Osvaldo e Balzaretti in camera singola, i gemelli Ricci e Frediani in una tripla) e un’atmosfera desolante intorno alla squadra. Riscone, infatti, è quasi deserta: l’organizzazione, è ovvio, spera che ci sia presto un’inversione di tendenza, ma quando ne parlano, i volti sono tirati. La paura è quella di un flop, tra la delusione per l’ultima stagione ed un mercato che sta prendendo piede solo nelle ultime ore. Ecco, ieri sera a Riscone è arrivata anche gran parte della dirigenza giallorossa (Alex Zecca, Zanzi, Baldissoni e Winterling), tranne Sabatini, che spunterà solo la prossima settimana, magari con qualche giocatore. Almeno così si augurano tutti, a cominciare da lui. Intanto ietri sera ha parlato anche l’ultimo arrivato in casa Roma: Tin Jedvaj: «Felice di essere qui, è un grande passo per la mia carriera, sono pronto per questa sfida. Darò tutto per essere all’altezza» .

Fonte: (Gazzetta dello Sport – A.Pugliese)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom