Rassegna Stampa

Roma, Conte vuole Rudiger: ma se arrivano soldi cinesi…

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 13-04-2016 - Ore 18:50

|
Roma, Conte vuole Rudiger: ma se arrivano soldi cinesi…

REPUBBLICA.IT – PINCI -  Vendere Rudiger per tenere i big. Il contatto è recente, anzi recentissimo e segna l’inizio di una trattativa concreta. Antonio Conte vuole Antonio Rudiger al Chelsea e ne ha già parlato col fratello del ragazzo. Intanto Spalletti rilancia Dzeko, mentre compagnie aeree cinesi ospiti all’Olimpico valutano l’ipotesi della sponsorizzazione.

CONTE CHIEDE RUDIGER – Avrebbe voluto strappare alla Roma Manolas, ma s’è dovuto arrendere alla volontà del club di trattenere il greco. Ma Conte non ha guardato altrove, ha solo cambiato obiettivo. Dirottando il proprio interesse sull’altro centrale giallorosso: Toni Rudiger. L’attuale ct e futuro tecnico Blues ha preso contatti tramite un intermediario britannico con il fratello del ragazzo. Si parla anche di un incontro nelle ultimissime ore, per mettere a punto la strategia. Che non troverà una porta sbarrata: la Roma infatti su indicazione di Spalletti vorrebbe provare a trattenere tutti i big. Nello specifico, i pezzi più ambiti sul mercato trasferimenti: Manolas, Nainggolan e Pjanic in strettissimo ordine alfabetico. Per riuscirci, però, un sacrificio prima del 30 giugno è quasi indispensabile. La nuova strategia, complice i desiderata di Conte, può portare alla cessione del tedesco: la Roma eserciterebbe il diritto di riscatto versando 9 milioni allo Stoccarda per poi trattare con il Chelsea. Partendo da una valutazione non inferiore ai 20 milioni. Dopo Marquinhos, Benatia, Yanga-Mbiwa, il prossimo difensore da sacrificare può essere proprio Rudiger. Magari insieme ai tanto ragazzi sotto controllo (Sanabria, Paredes, Uçan), in modo da consentire a Spalletti di poter contare, almeno per un altro anno, su tutti i suoi gioielli.

CINESI A ROMA – Una mano potrebbe darla pure la presenza passata più inosservata lunedì allo stadio Olimpico. Per Roma-Bologna sulle tribune dell’impianto la Roma ha ospitato tre rappresentanti di una grande compagnia aerea cinese. I manager, sempre accompagnati dal direttore commerciale della Roma Laurent Colette, dovevano valutare l’ipotesi di una sponsorizzazione del club da parte della compagnia. Ovviamente solo un primo passo, non ancora una trattativa (quella semmai la sta conducendo Pallotta per cedere sempre in Oriente una piccola quota del club). Ma se i soldi di una sponsorizzazione di maglia – la Roma chiede 15 milioni annui ma chiuderebbe a meno – arrivassero prima del 30 giugno, magari con un bonus entrata, consentirebbero di scongiurare ulteriormente cessioni “vip” nell’organico di Spalletti. A proposito di Spalletti, il tecnico in mattinata è intervenuto a Roma Radio giurando che se lunedì sera non ha giocato Dzeko è soltanto perché non stava bene. Precisazione doverosa, certo. Ma che ai più maliziosi farà di certo venire in mente la locuzione latino “excusatio non petita, accusatio manifesta“.

Fonte: Repubblica.it

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom