Rassegna Stampa

Roma-Diawara c’è il contatto. Caos Szczesny. L’affare frena

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 20-07-2016 - Ore 07:01

|
Roma-Diawara c’è il contatto. Caos Szczesny. L’affare frena

GAZZETTA DELLO SPORT - PUGLIESE - Il contatto diretto c’è stato lunedì a Milano, anche se poi tra Roma e Bologna i rapporti sono talmente buoni (e fitti) che non serve neanche vedersi per trattare. Stavolta però si sono anche visti e hanno cominciato a parlare fattivamente di Amadou Diawara, il centrocampista della Guinea che ha oramai rotto con il Bologna. Alla Roma interessava prima che il giocatore puntasse i piedi, poi i giallorossi hanno preferito rimanere alla finestra per vedere lo sviluppo dei fatti. Capito poi che la situazione era insanabile, si sono fatti avanti.

la trattativa Dire che Diawara sia un giocatore della Roma è prematuro, dire invece che siamo sulla buona strada è più di una traccia. I due club stanno parlando, anche se ad oggi ancora non c’è accordo né sulla valutazione né sulle modalità dell’operazione. Il Bologna, ad esempio, un mese da chiese al Valencia 20 milioni (gli spagnoli ne avevano offerti 13), la Roma offre 5 milioni per il prestito e dieci per il diritto di riscatto, inserendo però anche il prestito (gradito) di Sadiq. Solo che, al di là dei 5 milioni che ballano, il Bologna vuole un obbligo di riscatto. Le parti si aggiorneranno, ma la piattaforma per il trasferimento oramai è stata disegnata. E se Diawara arriverà in giallorosso porterà alla partenza di Paredes (Empoli?).

IL PORTIERE POLACCO Intanto si è ingarbugliata la situazione relativa a Szczesny. Il portiere polacco è tornato dal suo viaggio di nozze ed è a Londra, in attesa di un cenno. L’accordo tra i due club di fatto c’è da domenica scorsa e non è certo la partecipazione dell’Arsenal all’ingaggio di Szczesny (meno di un milione lordo) a poterlo far saltare. Ed allora perché non si chiude? Perché Szczesny ha fatto sapere alla Roma che il suo ritorno è legato alla conferma di Guido Nanni, il preparatore dei portieri con cui è migliorato la scorsa stagione e molto vicino anche a Totti. Ritorno che la Roma però non ha messo in preventivo, avendo virato nel ruolo su Savorani, e che può creare una profonda frizione. Il secondo è che l’Arsenal non ha fretta di chiudere, perché è in attesa di capire cosa farà Ospina, il vice di Cech. Il colombiano ha infatti delle offerte, in primis quella del Besiktas, che però ha ritenuto eccessiva la richiesta di 4 milioni di euro. Di certo c’è che Szczesny la sua decisione l’ha presa ed è quella di tornare in prestito alla Roma (con eventuale diritto di riscatto di circa 15 milioni), forte anche della stima di Spalletti. Da vedere se la Roma vorrà chiudere o no. In attesa di Nacho, la Roma deve portare poi a casa anche un terzino destro. Possibile che a Trigoria aspettino per far abbassare i prezzi, magari quelli di Widmer e Bruno Peres. Tornato d’attualità anche il francese Corchia (Lille).

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom