Rassegna Stampa

Roma, Dzeko triste: ricorso respinto «Il quinto posto non mi preoccupa»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 08-01-2016 - Ore 08:09

|
Roma, Dzeko triste: ricorso respinto «Il quinto posto non mi preoccupa»

CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI - «Ho una gran voglia di tornare in campo per aiutare la squadra, già dalla prossima partita». La speranza di Edin Dzeko, però, è rimasta tale: la Corte Federale, infatti, ieri pomeriggio ha respinto il ricorso presentato dalla Roma contro la squalifica di due turni per il rosso rimediato col Genoa prima della sosta natalizia. La tesi dell’attaccante bosniaco, accompagnato dal team manager Manolo Zubiria e dall’avvocato Antonio Conte, secondo cui il «vaffa» (in inglese) era un’imprecazione generica e non rivolta nei confronti dell’arbitro, non è stata accolta dai giudici federali, che hanno confermato lo stop. 
Dzeko dovrà quindi saltare la gara di domani sera contro il Milan all’Olimpico, che se non sarà decisiva per il futuro di Garcia lo è però per le residue ambizioni di rimanere attaccati al treno scudetto. «Non sono preoccupato - l’analisi dell’ex attaccante del City quando ancora non sapeva che avrebbe assistito al match contro i rossoneri dalla tribuna - per il quinto posto, perché ci sono ancora tanti punti a disposizione. Contro il Chievo, nonostante le assenze, la squadra ha fatto bene, ma non abbastanza per vincere: abbiamo buttato due punti. Siamo stati sfortunati a non vincere dopo il doppio vantaggio e dopo essere andati sul 3-2. I miei compagni hanno dato tutto e hanno lottato fino all’ ultimo minuto, ma a volte quando non riesci a vincere è importante prendere un punto. Vinceremo la prossima, in casa». 
In sua assenza, si è messo in grande evidenza il giovane Sadiq. «È un giocatore davvero talentuoso, un giorno diventerà molto importante per questa squadra. Tutti sono contenti per lui, non solo io, perché sta lavorando bene. Merita questi gol e ne farà tanti altri in futuro». 
E’ quello che si augura anche Rudi Garcia, che contro il Milan ritroverà molti degli assenti di Verona, soprattutto a centrocampo: ci saranno, infatti, Pjanic e Nainggolan, dopo avere scontato la squalifica, mentre è ancora in dubbio la presenza di Daniele De Rossi, che anche ieri ha svolto lavoro personalizzato come Kevin Strootman, Keita e Salih Uçan. Molto dipenderà dall’allenamento di oggi, anche se un provino definitivo potrebbe essere fatto a ridosso della gara. In forte dubbio anche la presenza di Mohamed Salah: gli esami a cui si è sottoposto ieri hanno escluso lesioni muscolari alla coscia infortunata a Verona. Una buona notizia in generale, ma difficilmente l’egiziano, che ieri non è sceso in campo facendo solo fisioterapia, potrà essere presente domani sera all’Olimpico. 
Chi finalmente potrebbe rientrare nell’elenco dei convocati è Francesco Totti, assente dal 26 settembre: anche per lui, però, una decisione sarà presa solo in extremis. Possibile, quindi, l’utilizzo di Sadiq nel tridente con Gervinho e Iago Falque: se così fosse, Florenzi giocherebbe in difesa al posto di Maicon. 

Fonte: CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom