Rassegna Stampa

Roma, ecco Strootman. Travolto dall’amore

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 17-07-2013 - Ore 09:45

|
Roma, ecco Strootman. Travolto dall’amore

Eccola, finalmente, la fumata bianca. La più attesa, perché l’investimento è pesante, almeno quanto quelli di Osvaldo e Lamela: Kevin Strootman, 23 anni, è della Roma. L’olandese, ieri nel tardo pomeriggio, è atterrato a Fiumicino. Ad attendere il colosso di Ridderkerk, presentatosi con i genitori, la fidanzata e il manager Dekker, più di trecento tifosi per il benvenuto. Stamattina subito visite mediche e firma del contratto quinquiennale da 2 milioni e 200 mila euro a stagione, prima di raggiungere Garcia e i nuovi compagni in serata a Riscone. «Non mi aspettavo tanto affetto, sono davvero felice». Il vicecapitano dell’Olanda di van Gaal, sorpreso per l’accoglienza, è il quinto acquisto della società giallorossa in questo mercato, dopo Skorupski, Jedvaj, Benatia e Maicon. Di sicuro il più importante, non solo per il prezzo del cartellino: il Psv riceverà 17 milioni più 2 di bonus per il centrocampista della nazionale oranje. 

L’ANNUNCIO DALL’OLANDA –  «Psv e Roma hanno firmato un accordo definitivo per il trasferimento di Kevin Strootman». Sul sito del club di Eindhoven, firmato dal direttore sportivo Brands, il comunicato che certifica l’ufficialità dell’affare, mentre il calciatore è sull’aereo che lo ha portato nella capitale prima di cena. «Una grande perdita: è stato una delle figure più importanti della nostra società». E al tempo stesso diventa una pedina fondamentale della nuova Roma. 

ADESSO IL PORTIERE –  Sabatini vuole al più presto dare il portiere titolare a Garcia. Da giorni il ds ha scelto De Sanctis che il Napoli ancora non libera. Morgan, però, sta perdendo la pazienza: scaricato in fretta dal club partenopeo che punta sui due brasiliani Rafael e Julio Cesar, non ha più voglia di aspettare. La Roma si prepara a versare mezzo milione per il suo cartellino e il portiere non vede l’ora di spostarsi da Dimaro a Riscone. Il ds Bigon prende tempo: non ha ancora la firma di Julio Cesar, atteso in Italia in queste ore. Sabatini aspetterà ancora qualche giorno. 

IL REBUS DEL CENTRAVANTI –  In queste ore Sabatini si sta dedicando ai giocatori in lista di partenza, per primo Marquinhos, per il quale il Psg si prepara a versare 30 milioni nel forziere di Trigoria. Il brasiliano ieri si è allenato con Maicon e Benatia, ma da un momento all’altro può abbandonare il ritiro in Val Pusteria per volare a Parigi. «Oggi parliamo di Cavani. Degli altri nostri obiettivi ne parliamo da domani. Questo è il nostro modo di lavorare» ha chiarito il presidente Al Khelaifi del Psg durante la presentazione dell’attaccante uruguaiano. Il ds giallorosso continua intanto a sondare il mercato straniero per trovare una sistemazione a Osvaldo che non è convinto della proposta dello Zenit di Spalletti e ha detto no al Southampton. L’italoargentino spera di giocare in Premier, magari al City. Mazzarri lo vorrebbe all’Inter, soluzione per ora scartata da Sabatini mentre il Napoli ormai ci ha rinunciato. Se parte Osvaldo, piace il brasiliano Diego da Silva Costa, 24 anni, attaccante dell’Atletico Madrid: valutazione 9 milioni. Ha il passaporto spagnolo e può fare anche l’esterno: è l’alternativa a Gervinho. Intanto arriva il trequartista Di Mariano, 17 anni, dal Lecce: contratto triennale per il nipote di Totò Schillaci. Senza il convalescente Destro, almeno uno tra l’azzurro e Borriello, entrambi sul mercato, fanno attualmente comodo a Garcia. Sul secondo c’è sempre il Genoa. Su De Rossi, a fari spenti, il Chelsea. 

IDEE PER LA DIFESA -  La Roma sta guardando al mercato spagnolo: Rami, centrale del Valencia, è assistito dal manager di Garcia che lo ha allenato al Lille.Insieme, nel 2011, hanno vinto il titolo in Francia. Servono, però, 10 milioni: Sabatini per acquistarlo deve rinunciare a Castan. Dall’Inghilterra, invece, si offre il terzino mancino Evra, 32 anni, dello United: il nazionale francese vuole lasciare Manchester e tornare in Italia (è stato a Marsala e Monza). Si può prendere con 4 milioni. Ma il manager, Federico Pastorello (lo stesso di De Sanctis), blocca tutto: «Più probabile che Totti vada alla Lazio».

Fonte: (Il Messaggero – U.Trani)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom