Rassegna Stampa

Roma, festa rovinata dai tifosi e da Osvaldo

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 12-05-2014 - Ore 10:31

|
Roma, festa rovinata dai tifosi e da Osvaldo

Doveva essere una festa, è andato in scena un triangolare triste fra Roma, Juve e… Napoli. All’Olimpico ieri a più riprese, infatti, sono tornati a farsi sentire i soliti cori («Vesuvio lavali col foco» e «Senti che puzza arrivano i napoletani») che costeranno probabilmente alla Roma la chiusura delle curve per i primi 2 turni della prossima stagione, oltre a certificare la posizione della Sud nei confronti dei fattacci di viale Tor di Quinto di una settimana fa. Oltre ai cori contro i napoletani (il primo «Roma olè» è arrivato solo al 50’ ed è partito dalla tribuna) sono stati esposti tre striscioni inequivocabili: «Forza Daniele », «Daje Danie» (a sostegno di De Santis accusato di aver sparato a Ciro Esposito) e «Napoletano infame».

«I tifosi dovrebbero sostenere la squadra piuttosto che altri interessi. Ci aspettavamo che tutti i tifosi volessero onorare questa squadra, siamo dispiaciuti », le dure parole di Pallotta che a fine partita è sceso negli spogliatoi per fare i complimenti sia alla Roma sia alla Juve. A completare una giornata no è arrivato il gol-beffa dell’ex-Osvaldo (fischiatissimo) al 94’ che ha permesso alla Juve di vincere anche all’Olimpico e ha infranto l’imbattibilità interna della Roma oltre al primato di miglior difesa. «Questa sconfitta non cambia nulla, resta una stagione stupenda e diamo appuntamento alla Juve nella prossima stagione. A noi manca ancora qualcosa per essere come loro, ma non sono così sicuro che i bianconeri faranno così bene il prossimo anno», ha detto Garcia. Conte fa i complimenti ai giallorossi: «Se abbiamo battuto questi record è anche merito di una grande Roma».

Tra tante note negative, una bella notizia: il rinnovo di Pjanic. Il bosniaco ha firmato ieri il contratto che lo legherà alla Roma fino al 2018. Decisivo è stato l’incontro con Pallotta di sabato pomeriggio nel quale il presidente ha deciso di esaudire le sue richieste: 2,9 milioni a stagione più un milione di (facili) bonus. Nei prossimi giorni toccherà a Garcia. «È stata lunga ma ora sono felice. Voglio restare per vincere qui, già dal prossimo anno», ha detto Miralem che ieri ha rimediato una gomitata da prova tv da Chiellini. «Non mi va di parlare di certi giocatori. Non è la prima volta», l’accusa di Pjanic. «Non sono cattivo, era uno schema e ho chiesto scusa», la risposta dello juventino. Prandelli cosa farà?

Fonte: LEGGO - BALZANI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom