Rassegna Stampa

Roma, il San Paolo è un tabù

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 10-10-2016 - Ore 07:17

|
Roma, il San Paolo è un tabù

LEGGO - BALZANI – Infrangere il tabù San Paolo, vincere la prima partita in trasferta e soprattutto superare il provino da candidata anti-Juve per lo scudetto. Quella del SanPaolo di sabato pomeriggio è il vero punto di svolta della stagione della Roma fin qui in bilico tra i successi all’Olimpico e le difficoltà fuori le mura amiche che hanno portato a un pareggio e due sconfitte. Un limite enorme per una squadra che punta a tornare in Champions dal portone principale. La Roma ci proverà sul campo più difficile dove il Napoli non perde dal 31 maggio 2015 (9 le vittorie consecutive, ne basta una per superare il record di Maradona nel 1990), e dove gli azzurri vanno a segno ormai ininterrottamente da più di due anni (ultima volta a secco il 14 settembre 2014 colChievo) mentre Totti e compagni non concludono un trasferta a porta inviolata dal 2 febbraio col Sassuolo. Un San Paolo dove la Roma non vince dal 2011 con Luis Enrique (1-3). Poi solo amarezze: il 4-1 con Zeman che segnò la fine del rapporto col boemo, la doppia sconfitta in campionato e coppa Italia nel primo anno di Garcia in piena corsa scudetto, il 3-1 nell’anno successivo in cui il Napoli rischiò di dilagare e lo 0-0 della scorsa stagione.

Fonte: LEGGO - BALZANI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom