Rassegna Stampa

Roma, in quattro per il tesoretto

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 07-05-2016 - Ore 08:46

|
Roma, in quattro per il tesoretto

CORRIERE DELLO SPORT - D’UBALDO – C’è un mercato degli italiani che Sabatini sta perlustrando per completare la rosa secondo i regolamenti. Trattative per giocatori non necessariamente di prima fascia. Un mercato che tenga presente anche i costi, per cercare di concentrare gli sforzi per riuscire a trattenere sia Nainggolan che Pjanic, anche se in questo ultimo caso non dipende solo dalla volontà della Roma, perchè c’è una clausola rescissoria di trentotto milioni. Soprattutto su Nainggolan saranno concentrati gli sforzi della società, anche per accontentare Spalletti e lo stesso giocatore, che anche alla festa a sorpresa organizzata per il suo compleanno ha ribadito la sua ferma volontà di restare alla Roma. Per provare a evitare le cessioni illustri di Pjanic e Nainggolan, Sabatini sta cercando di fare cassa con altre vendite. Giocatori che rischiano di non avere spazio o che rientrano dai prestiti. Per ripianare il bilancio entro il 30 giugno Sabatini proverà a vendere bene un poker di attaccanti: Sanabria, Ljajic, Doumbia e Sadiq, che ha già raggiunto una quotazione di cinque milioni.

IN FILA PER PAREDES – Non saranno ceduti invece Paredes (che piace anche aJuve, Milan e Chelsea) e Iturbe (che è un pallino di Berlusconi), perchè Spalletti vuole vederli all’opera almeno per la prima parte della stagione. In particolare il centrocampista argentino piace al tecnico toscano, che lo ha seguito nel periodo di inattività a Empoli. Uno dei ruoli scoperti per la prossima stagione è quello di terzino sinistro. Digne è stato protagonista di una stagione positiva, ma non c’è accordo con ilParis Saint Germain per il riscatto. Sabatini lo ha detto chiaramente, la Roma non vuole spendere 16,5 milioni per riscattarlo. Si punta al rinnovo del prestito, ma i francesi non sono d’accordo. Il padre del giocatore sta cercando di convincere il Psg a rinegoziare l’accordo. Digne si trova benissimo a Roma e Spalletti è l’allenatore che gli ha insegnato di più. Ma se la posizione del Paris Saint Germain resta rigida ecco che diventa necessario cercare un altro esterno sinistro. Uno dei giocatori che Sabatini sta valutando è Adam Masina, il giovane italo marocchino (22 anni) che si è messo in evidenza al Bologna ed è diventato un obiettivo anche dell’Inter. Nei giorni scorsi Sabatini ha incontrato Fenucci a Milano e oltre ad affrontare la questione riguardante il suo futuro, è stato anche sfiorato il discorso di mercato, perchè alla Roma piace anche un altro giocatore del Bologna, Diawara, il centrocampista di diciotto anni che si è subito conquistato lo spazio di titolare alla prima stagione in serie A. Un altro giovanissimo seguito da Sabatini è Franck Kessie, promettente centrocampista dell’Atalanta, classe ‘96, in prestito al Cesena. La Roma aveva già fatto un sondaggio a gennaio. Il club bergamasco chiede cinque milioni di euro. Sull’ivoriano c’è anche l’interessamento del Monaco. Infatti un osservatore del club francese ha seguito le ultime tre partite del ragazzo con il Cesena.

CACERES BLOCCATO – Per la difesa un nome sempre buono è quello di Martin Caceres. Sabatini ha raggiunto un accordo con Daniel Fonseca, il suo procuratore. L’uruguaiano può arrivare a parametro zero, è un jolly difensivo che può essere utile con la sua esperienza. E’ stato bloccato, la Roma si riserva di concretizzare l’intesa dopo aver verificato il completo recupero del difensore, reduce da un intervento al tendine.

Fonte: CORRIERE DELLO SPORT - D’UBALDO

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom