Rassegna Stampa

Roma in allarme. Stop di Gervinho

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 31-03-2015 - Ore 19:15

|
Roma in allarme. Stop di Gervinho

La Roma perde il suo velocista per le prossime tre settimane, in cui dovrà correre spedita per entrare in Champions dalla porta principale. Gervinho si è infortunato nel primo tempo dell’amichevole giocata dalla Costa d’Avorio contro la Guinea Equatoriale, oggi è rientrato nella capitale per effettuare gli esami strumentali che hanno evidenziato una lesione di primo grado al bicipite femorale della coscia destra.

Niente Napoli per l’ex Arsenal, ma non solo: salterà la trasferta a Torino e probabilmente anche la gara interna con l’Atalanta. Rientro previsto a San Siro il 25 aprile contro l’Inter, ma non è escluso che il turbo lo metta anche in infermeria e recuperi con un turno d’anticipo, visto che per una lesione di primo grado in genere sono sufficienti una quindicina di giorni. L’ivoriano, da quando è tornato vincitore dalla Coppa d’Africa, ha fatto discutere per le prestazioni di basso livello e Garcia ha provato a fare a meno di lui nell’ottavo d’andata a Firenze con i viola, ma solo due minuti dopo il suo ingresso in campo i giallorossi avevano acciuffato il pareggio della speranza.

L’illusione è durata una settimana, poi l’ennesima delusione, ma questa è un’altra storia. La storia della Roma di quest’anno è fatta di infortuni a raffica e quello di Gervinho è solo un altro imprevisto con cui il tecnico francese deve fare i conti. La sosta per le nazionali ha portato nuovi guai e la tensione resta alta in attesa degli ultimi romanisti impegnati in giro per il mondo (Florenzi, Italia-Inghilterra a Torino; Nainggolan, Israele-Belgio a Gerusalemme; Pjanic, Austria-Bosnia a Vienna). Garcia spera di recuperare almeno Totti, che ha ricevuto buone notizie dall’ultimo controllo a Villa Stuart, ma rimane in dubbio per sabato. Doumbia aveva anticipato il rientro dall’Africa per continuare il programma personalizzato studiato per farlo tornare in forma: contro il Napoli potrebbe esserci bisogno di lui. E di Ibarbo, pienamente recuperato dall’infortunio che lo ha fatto sparire per un mese e mezzo dopo l’esordio in giallorosso

Fonte: IlTempo.it/E.Menghi

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom