Rassegna Stampa

Roma, l’attacco è tutto un quiz

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 03-01-2014 - Ore 09:35

|
Roma, l’attacco è tutto un quiz

E’ l’ora delle scelte. Per la prima volta in stagione Garcia, eccezion fatta per l’infortunato Balzaretti e per l’influenzato Lobont, ha l’intera rosa a disposizione. Per dieci undicesimi la formazione sembra fatta con il ritorno al 4-3-3 e l’unico dubbio in avanti legato a chi tra Florenzi, Destro e Ljajic si aggiudicherà l’ultima maglia nel tridente offensivo. Anche ieri il tecnico francese non ha sciolto i dubbi nell’unica seduta fatta svolgere durante la giornata. Inizialmente ne erano in programma due ma poi l’ex Lille ha preferito svolgerne una di due ore, completando però il lavoro che si era prefisso. Sono così andate in scena lezioni di tattica e poi un allenamento vero e proprio sul campo, concentrato sopratutto suimovimenti offensivi. In queste prove, Garcia ha mischiato le carte alternando Florenzi, i quattro attaccanti (escluso Borriello) e Marquinho nelle tre posizioni della ‘presunta’ formazione titolare. Tra gli innumerevoli esperimenti effettuati, ha sorpreso quello di un tridente formato da Gervinho a sinistra, Totti centrale e Destro nell’inconsueta posizione di esterno destro, posizione che gli era rimasta a dir poco indigesta la scorsa stagione con Zeman. L’impressione è che il tecnico francese debba ancora decidere. In quest’ottica l’allenamento di domani (quello odierno sarà come al solito facoltativo e ludico) sarà decisivo.

GASPERINI CHIAMA MARQUINHO – Intanto il Genoa accentua il pressing per Marquinho. Ieri Gasperini e oggi presumibilmente Preziosi (di ritorno da Dubai in giornata) stanno vincendo le resistenze del brasiliano. La Roma ha già dato l’ok al trasferimento in prestito e si attende solamente il sì del calciatore. In Premier, invece, Heitinga prende tempo: «Ho rifiutato ilWest Ham e non è stata una questione di soldi ma ho solamente pensato che non fosse la soluzione giusta perme. Adesso attendo altre offerte: entro il 31 lascerò l’Everton». L’olandese aspetterà ancora per qualche giorno la Roma che deve però trovare una sistemazione a Burdisso. Parolo, invece, è sempre nel mirino di Sabatini che però prima di affondare il colpo vuole capire come andrà a finire la telenovela- Nainggolan. Intanto per Bradley, oltre al Fulham e al Cardiff, spunta il Leverkusen.

PSG SU PJANIC – Dopo che nell’ultimo incontro, datato 15 giorni fa, la Roma si è mostrata disponibile ad accontentare Pjanic (la cui richiesta oscilla intorno ai 3 milioni più premi sino al 2019), il bosniaco attende una nuova convocazione dal club. Intanto dalla Francia arriva il pericoloso apprezzamento da parte del presidente del Psg, lo sceicco Nasser Al Khelaifi: «Parliamo di un grande giocatore ma ho l’impressione che la Roma non sia disposta a lasciarlo andare in questa sessione invernale di calciomercato. Oggi sono tanti a volere uno come Pjanic ma rispetto il club giallorosso e capisco che non voglia cederlo nel bel mezzo della stagione. Pastore? Non lascerà il Psg a gennaio». Parole rilasciate all’Equipe che ha poi azzardato un possibile scambio tra i due calciatori a fine stagione. Ipotesi fantacalcistica (soprattutto perché l’argentino guadagna oltre 4 milioni) che tuttavia i soldi dello sceicco e l’apprezzamento di Sabatini per El Flaco, potrebbero a giugno tramutarsi in realtà.

Fonte: Il Messaggero – Carina

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom