Rassegna Stampa

Roma, parla Salah: "A Firenze stavo bene, ma a Roma ho grandi obiettivi"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 07-08-2015 - Ore 19:05

|
Roma, parla Salah:

GAZZETTA DELLO SPORT - ZUCCHELLI - "Avevo il diritto di scegliere il mio futuro dopo sei mesi e l'ho fatto: qui possiamo vincere il campionato. Rispetto Mourinho, ho imparato molto da lui, e accetto il suo punto di vista". Altro bagno di folla per Dzeko alle visite mediche

Mentre Edin Dzeko si gode l'ennesimo bagno di folla durante le visite mediche (decine di tifosi presenti sia al policlinico Gemelli sia a Villa Stuart), a Trigoria è il giorno di Mohamed Salah. L'egiziano prima si allena, stavolta ufficialmente, con la squadra e poi viene presentato: "Sono qui perché questa rosa ha giocatori importanti che possono competere per il campionato. Ho scelto la Roma vincere e per fare felici i tifosi".

DUELLO — L'avversario sarà, ancora una volta, la Juventus: "È una squadra forte, certamente, ma possiamo competere con loro e possiamo andare oltre le aspettative". Dello stesso avviso anche il Ceo Zanzi: "Noi siamo qui per vincere. Abbiamo una grande squadra in campo e una grande squadra dietro le quinte, abbiamo la fiducia per poter vincere le partite e il campionato".

CHELSEA E ISRAELE — Se di Garcia Salah dice "Mi ha parlato quando ero a Londra, mi ha detto della sua voglia di avermi qui", del Chelsea e di Mourinho l'attaccante, che ha scelto la maglia numero 11, precisa: "Io rispetto Mou e ho un buon rapporto con lui, è uno dei più grandi allenatori al mondo. Ho imparato molto da lui e accetto il suo punto di vista". In passato si è rifiutato di stringere la mano a giocatori ebrei e gli sono state attribuite delle dichiarazioni contro Israele ("spero di battere il Maccabi col Basilea così la bandiera sionista non sventolerà in Champions"), ma Salah glissa: "Non so a quali cose vi riferite, non sono responsabile di ogni dichiarazione che esce sulla rete".

FIORENTINA — Salah glissa anche sul suo rapporto con la Fiorentina e con Montella e dedica al club viola poche parole, quasi di circostanza: "Ho passato sei mesi belli, la mia famiglia ed io stavamo bene a Firenze. Ma avevo il diritto di scegliere il mio futuro dopo 6 mesi e ho scelto di venire alla Roma perché voglio raggiungere con questa squadra grandi obiettivi. Montella è stato un bravo allenatore, ma io ho dato il massimo con lui come con altri tecnici". Certo è che a gennaio, prima di arrivare alla Fiorentina, era a un passo dalla Roma. Prima di lasciare la sala stampa, sul perché l'affare sia sfumato Salah ha rimandato la palla al d.s. Sabatini: "Chiedete a lui...", ha detto col sorriso. Ma l'impressione è che non fosse poi così tanto una battuta.

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT - ZUCCHELLI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom